10 false credenze sulla vita in campagna

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La vita frenetica che si conduce nelle città moderne ha generato negli ultimi anni una curiosa inversione di tendenza. Se a partire dal dopoguerra in Italia le campagne si sono andate progressivamente spopolando, ora tanti giovani decidono di tornare a condurre un'esistenza simile a quella dei loro nonni, magari aprendo un agriturismo o un'azienda agricola. Ma la vita in campagna è davvero tutta rose e fiori come immaginiamo noi cittadini? Ecco 10 false credenze da sfatare sulla vita in campagna.

211

Si ritrovano i ritmi naturali

In campagna gli orari non sono legati al lavoro di ufficio, ma a quelli della vita dei campi: quindi sveglia all'alba e appena il sole tramonta tutti a casa. Questi ritmi sono di certo più "naturali" rispetto a quelli che seguiamo in città, ma ciò non vuol dire che lo siano per noi! Abituarsi può essere molto difficile.

311

Si respira aria buona

In campagna non c'è smog, questo è evidente; ma ci sono tanti odori a cui un naso cittadino può non essere abituato. In primis c'è quello dello sterco degli animali e del letame, che specialmente al mattino presto si fa molto acre e può risultare non propriamente gradevole.

Continua la lettura
411

Si fa attività fisica e ci si mantiene in forma

Se si vive in campagna normalmente si decide anche di allestire un piccolo orto per il fabbisogno familiare. Questo rappresenta un notevole risparmio per il consumo alimentare, ma zappare l'orto non è come andare in palestra! Si tratta di un tipo di attività fisica che non tutti riescono a sopportare alla lunga.

511

Si fanno lunghe passeggiate

Quando si ha tempo è bello godersi la natura, ma quando si ha bisogno di qualcosa non c'è alternativa: bisogna salire in macchina per recarsi nel centro abitato più vicino. In campagna non ci sono negozi e supermercati sotto casa, fare la spesa implica necessariamente l'uso di una vettura di proprietà, tanto più che anche i mezzi pubblici di solito scarseggiano.

611

Si ritrova il contatto umano

Questa è decisamente una falsa credenza: chi vive in campagna di solito è piuttosto isolato dai suoi vicini, che possono vivere anche a parecchia distanza. Se si vive in un piccolo borgo, l'eccessivo contatto umano potrebbe risultare addirittura fastidioso, perché si finisce per sentirsi sotto l'osservazione di tutti.

711

Si spende di meno

Questo è vero in parte. Di certo vivendo in campagna si può risparmiare sulla spesa alimentare e, in linea di massima, il costo della vita è inferiore che in città. Ma subentrano anche spese aggiuntive: la benzina per la macchina per i frequenti spostamenti a lungo raggio, i fertilizzanti e i prodotti per la terra. Al bilancio finale, solo un amministratore accorto riesce davvero a risparmiare.

811

Si mangiano cibi migliori

Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un'affermazione che potremmo definire vera solo in parte. Se si allevano animali in proprio, o li si acquista dai vicini, si può essere certi di mangiare carne migliore di quella venduta nei supermercati; lo stesso vale per la verdura. Per il resto della spesa, però, ci si deve comunque affidare ai grandi magazzini; e anche vivendo in città nessuno ci vieta di comprare la carne e le verdure dal contadino di fiducia.

911

Si dorme meglio

Il caos e la confusione della città spesso portano le persone ad avere problemi di insonnia, e si crede che una bella dormita in campagna possa risolvere il problema. In realtà chi è abituato a dormire con dei rumori di sottofondo può trovare disturbante il silenzio assoluto che c'è in campagna, e di conseguenza non riuscire a riposare serenamente.

1011

Si possono lasciare i bambini liberi di giocare all'aperto

In campagna non ci sono macchine, nè delinquenti che girano per le strade, ma bisogna lo stesso fare attenzione. La campagna cela insidie altrettanto letali per i bambini, che dunque non devono mai essere lasciati liberi di scorrazzare senza alcuna vigilanza.

1111

Si vive meglio

Verificare la veridicità di quest'ultima affermazione spetta solo ad ognuno di noi. La semplice verità è che ci sono persone che si adattano bene alla vita in campagna e la adorano, ed altre che invece semplicemente impazzirebbero dopo nemmeno una settimana e che preferiscono lo smog, la confusione, la vita frenetica delle grandi città.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Errori da evitare se vuoi trasferirti in campagna

La vita in città, frenetica e problematica, spesso ci fa desiderare di trasferirci in campagna. Ma prima di affrontare un oneroso trasloco è meglio prendere in esame alcuni dettagli, ed analizzare situazioni ed errori in cui si potrebbe incappare scegliendo...
Psicologia

5 motivi per essere più curiosi nella vita

Qual è il motore primo che fa avanzare il mondo, che crea movimento di idee e percorsi, si spera, per migliorare la vita? L'amore, si potrebbe rispondere, o l'ambizione, che pone sempre nuovi ostacoli da superare migliorandosi. Noi, invece, siamo convinti...
Psicologia

10 abitudini per cambiare la propria vita

Una vita sana è quello che tutti si augurano per se stessi e per i propri cari. Una vita sana passa però anche da piccoli gesti che, anche se in minima parte, possono davvero contribuire a rendere l'esistenza più piacevole e a ritrovare il giusto equilibrio...
Psicologia

5 domande da porti per capire cosa fare nella vita

Tutti nel percorso della propria vita hanno varie tappe da fare e varie strade da percorrere, ognuno con le proprie scelte, ognuno coi propri tempi. C'è chi con il sistema scolastico italiano le prime scelte di vita le fa quando a tredici anni sceglie...
Psicologia

5 modi per dare una svolta alla tua vita

La tua vita non ti soddisfa più, hai perso gli stimoli giusti e ti senti demoralizzato? Vorresti cambiare tutto ma hai paura di aver ormai perso il treno della felicità? Niente di più sbagliato! Un vecchio detto diceva: non è mai troppo tardi. Ed...
Psicologia

Come conciliare lavoro e vita sentimentale

Il tema del work-life balance è sempre piú d'attualitá e non riguarda solo coloro che desiderano sia una carriera di successo che una relazione seria, ma anche tutte quelle figure professionali per cui la settimana lavorativa non è costituita dalle...
Psicologia

10 cose di cui potresti pentirti durante la vita

A voi che state leggendo, che siate giovani o che non lo siate, ci sono stati sicuramente quei momenti in cui vi siete fermati a pensare: e se fosse andata diversamente? Ci sono tanti motivi per cui una persona potrebbe pentirsi delle cose che ha fatto...
Psicologia

Come riprendere in mano la propria vita dopo un lutto

Le disgrazie avvengono tutti i giorni, e nessuno ne è esente. Ma molto spesso però ci si lascia andare allo sconforto e difficilmente si riesce a tornare a galla. Il dolore che si prova quando ci si trova di fronte ad un lutto, soprattutto se è improvviso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.