10 consigli per ridurre l'affatticamento degli occhi al computer

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La tecnologia della quale disponiamo oggi, ci semplifica la vita in certi contesti ma ce la complica in altri. Tutti i dispositivi che usiamo per comunicare sono dotati di schermi più o meno grandi che siamo costretti ad osservare per parecchie ore al giorno, sforzando di conseguenza la vista. Alla lunga, questo stress visivo può convertirsi in stati patologici ed è quindi opportuno, oltre sottoporsi regolarmente a controlli medici, adoperarsi al fine di ridurlo il più possibile. Vediamo una lista di 10 consigli per ridurre l'affaticamento degli occhi al computer o, più in generale, ai monitor.

211

Massaggiare gli occhi

Questo primo consiglio lo propone la Dottoressa GraceTan dell'AOMA di Austin. Per alleviare la tensione oculare, portate il pollice in corrispondenza dell'inizio del sopracciglio e, dopo aver chiuso la palpebra, fatelo scivolare fino all'angolo interno dell'occhio. Portate il dito indice verso l'attaccatura dei capelli. Adesso fate roteare il pollice lentamente per 30 secondi circa. Svolgete l'esercizio in contemporanea sia per l'occhio destro che per il sinistro.

311

Indossare occhiali per pc

In commercio esistono occhiali per ogni tipo di esigenza, da quelli che consentono un semplice cambio di look a quelli effetto barriera, studiati per proteggerci dai raggi solari, senza dimenticare le lenti graduate per chi soffre di disturbi visivi ben più seri. In questo ampio panorama di scelte possiamo trovare i famosi "occhiali per pc" che sono progettati per favorire il rilassamento dell'occhio anche in caso si lavori davanti un monitor per molte ore al giorno. Esistono modelli con lenti trasparenti e modelli con lenti gialle, in base alle esigenze specifiche del singolo. L'uso di questi occhiali può apportare notevoli benefici ma è bene acquistare solo dopo aver chiesto parere al proprio oculista.

Continua la lettura
411

Fare attenzione al fattore illuminazione

Una stanza con scarsa illuminazione, come una eccessivamente illuminata artificialmente, favorisce l'affaticamento della vista. Se e quando possibile, optate per sistemi a bassa illuminazione oppure scegliete, per la vostra postazione, lampade da tavolo la cui fonte luminosa possa essere diretta esclusivamente sulla tastiera o sui libri/quaderni che avete davanti.

511

Aumentare o diminuire la distanza dal monitor

Una delle primissime cose che vanno aggiustate, qualora si soffrisse di affaticamento della vista, è assicurarsi di avere un monitor distante, rispetto ai propri occhi, tra i 50 ed il 75 cm. Per assurdo che possa sembrare, una distanza maggiore o minore incide negativamente sull'occhio umano, causando secchezza, mal di testa, talvolta lacrimazione e sonnolenza.

611

Aumentare o diminuire l'altezza del monitor

Il monitor deve essere collocato alla giusta altezza rispetto all'occhio. Se curvate il collo quando leggete le mail o lo alzate ogni volta che inserite un indirizzo sul browser, probabilmente il vostro monitor non è posizionato alla giusta altezza. Modificate dunque questo parametro in modo tale che il vostro sguardo incida ortogonalmente rispetto al centro esatto dello schermo.

711

Prestare attenzione ai consigli ayurveda

Secondo alcuni esperti di ayurveda, la medicina tradizionale indiana, è buona abitudine lavare gli occhi tutte le mattine con acqua tiepida. Lavarli e massaggiarli con cura pare apporti notevoli benefici alla vista. Questo piccolo consiglio, che può essere facilmente convertito in abitudine quotidiana, ha la capacità di alleviare molto i sintomi della "computer vision syndrome", ossia la sindrome di affaticamento oculare dovuto al prolungato uso dei computer.

811

Testare l'efficacia della regola 20-20-20

La regola 20-20-20 prevede che, ogni 20 minuti esatti di intenso lavoro al pc, ci si distragga guardando un oggetto lontano 20 piedi circa (poco più di 60 cm) e osservandolo attentamente per 20 secondi. Questo pratico esercizio può essere preceduto e seguito da un leggero massaggio alle tempie, operato facendo roteare leggermente i polpastrelli delle mani sulla pelle. Se aveste difficoltà nel programmare le varie pause, potete avvalervi di software o estensioni adatte che vi aiutino, come ad esempio "Breaktaker".

911

Provare la tecnica yoga

Iniziate sfregando i palmi delle mani tra loro. Fatelo sinché non sentirete un certo aumento di temperatura sulla pelle. Occorreranno 20 secondi circa. Quando le mani saranno calde, portate i palmi sugli occhi chiusi e teneteli fermi in questa posizione per almeno 10 secondi. Durante questo intervallo di tempo godetevi sia l'iniziale buio che i seguenti lampi di luce o colori che riuscirete a percepire durante l'esercizio. Fate tuttavia attenzione a non premere con troppo vigore le mani sugli occhi.

1011

Modificare la disposizione degli oggetti sulla scrivania

Se avete il monitor a sinistra, i libri davanti a voi e la tastiera a destra, finirete col procurarvi un grande mal di testa e con l'affaticare la vista in maniera considerevole. Modificate dunque la vostra postazione e munitevi di un supporto per libri. Posizionate il monitor come visto precedentemente seguendo i parametri altezza/distanza, sotto ad esso posizionate il supporto con il libro e davanti a voi adagiate la tastiera.

1111

Aggiustare l'illuminazione dello schermo

Ogni schermo può essere aggiustato in termini di luminosità. Nei dispositivi più piccoli, come gli smartphone, spesso si può scegliere tra tre diverse modalità: luminosità bassa, media o alta. Nei pc, invece, si possono aggiustare i parametri con maggiore cura. Assestate la luminosità del vostro monitor in modo tale che, eventuali riflessi non possano ostacolare la vostra visione.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Consigli per occhi deboli e affaticati

Durante la vita di tutti i giorni il corpo di tutti voi è sottoposto a stress. Anche i vostri occhi sono molto deboli e sensibili e sottoposti a tutti gli sforzi quotidiani ed alle sollecitazioni. La luce ad esempio è uno dei fattori che influenzano...
Rimedi Naturali

Consigli per proteggere gli occhi dal sole

Spesso l'arrivo dell'estate e il caldo porta le persone a volersi subito esporre al sole; molti però non sanno che i raggi ultravioletti possono provocare dei gravi danni agli occhi e per questo è necessario prevenire ogni rischio seguendo una serie...
Rimedi Naturali

Consigli per proteggere gli occhi in inverno

Tra il vento, il freddo e gli sbalzi di temperatura i nostri occhi in inverno vanno incontro a tanti problemi come congiuntiviti, lacrimazione eccessiva e persino microtraumi dovuti all'eccessiva vasocostrizione per il freddo. È bene quindi cercare di...
Rimedi Naturali

Come ridurre l'acufene in modo naturale

Prima di dare dei consigli su come ridurre l'acufene, bisogna darne una definizione. Si tratta di un fastidioso disturbo che si manifesta con ronzio alle orecchie e può essere accompagnato da sibili e fischi a volte permanenti. Le cause di questa malattia...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per occhi rossi

Ultimamente l'arrossamento degli occhi è un problema abbastanza frequente. Ciò si verifica sia per l'incremento delle allergie che per l'utilizzo sempre più sconsiderato dei mezzi di comunicazione di massa, come televisioni e computer. Questi ultimi...
Rimedi Naturali

5 erbe per fare impacchi per occhi secchi

Gli occhi sono uno degli organi fondamentali nell'essere umano. Servono a mantenerlo costantemente in contatto con il mondo esterno attraverso la vista. Per questo dobbiamo prevenire qualsiasi eventuale disturbo e nel caso curarli. Questa breve guida...
Rimedi Naturali

Come avere occhi sani evitando fastidi e rossori

I nostri occhi sono la nostra personalissima finestra sul mondo. Uno degli organi più importanti che abbiamo. Per questo meritano un'attenzione particolare. Nonostante le loro innumerevoli funzioni, spesso trascuriamo questa parte del nostro corpo. Eppure...
Rimedi Naturali

Occhi rossi: come rimediare

Occhi rossi: come rimediare? Essi possono essere un sintomo di svariati fattori come allergie, irritazione, infiammazione, congiuntivite, un uso prolungato del computer e dei video-giochi, un corpo estraneo in un occhio, ecc.. La causa di questi fattori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.