10 buoni motivi per ridurre lo zucchero

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Non allarmatevi, ma si nasconde qualcosa nel vostro cibo: a partire dai cereali mangiati per la prima colazione, passando per il condimento sulla vostra insalata, fino ad arrivare al ketchup sulle vostre patatine fritte, una sostanza che crea dipendenza è in agguato in molti alimenti che non avremmo davvero mai sospettato. Stiamo parlando dello zucchero, componente temuta e molto più detestata del semplice grasso o del colesterolo, che è diventato il nemico numero uno della nostra salute. Nel suo stato naturale, lo zucchero, è relativamente innocuo e anzi, è una componente essenziale al corretto funzionamento del nostro organismo: lo zucchero semplice, e quindi buono, si trova ad esempio nella frutta, nella verdura e nei prodotti lattiero-caseari sotto forma di fruttosio o lattosio. Il problema nasce quando si aggiunge lo zucchero agli alimenti durante la loro lavorazione o prima della sua assunzione per aggiungere sapore, consistenza o colore. Per questo motivo, spesso e volentieri, anche gli alimenti e le bibite meno sospette, contengono un'altissima quantità di zuccheri nocivi per la nostra salute. Mangiare troppe di queste calorie vuote ha molti effetti sulla salute, la più ovvia ed importante e l'aumento di peso in quanti, l'aggiunta di zucchero, spinge i livelli di insulina fino a compromettere il corretto funzionamento del metabolismo. Ma gli effetti sulla linea non sono i soli, scopriamo tutti i 10 buoni motivi per ridurre lo zucchero.

212

Abbassa la pressione sanguigna

L'obesità, una delle principali conseguenze di eccessiva assunzione di zuccheri aggiunti, è un importante fattore di rischio per la pressione alta. Nuovi studi dimostrano che hanno aggiunto nella dieta senza zuccheri indipendenti da aumento di peso-può anche aumentare la pressione sanguigna. E questo non è poco: la pressione alta aumenta il carico di lavoro del cuore e delle arterie e può causare danni nel corso del tempo a tutto il sistema circolatorio. Tutto questo può portare malattie cardiache, attacchi di cuore, ictus, danni renali, malattie delle arterie e altre condizioni coronariche gravi. Riducendo quindi l'assunzione di zucchero, la pressione sanguigna si abbassa e, tutte queste problematiche, sono scongiurate.

312

Abbassa il colesterolo cattivo

Le persone che consumano molti zuccheri aggiunti hanno maggiori probabilità di avere bassi livelli di HDL, o colesterolo buono, livelli più elevati di LDL, o colesterolo cattivo, e più elevati livelli di trigliceridi o grassi nel sangue. Colesterolo cattivo nel sangue e grassi intasare le arterie e vasi sanguigni, che porta a diseas cuore.

Continua la lettura
412

Riduce il rischio di attacchi cardiaci

Le persone con una maggiore assunzione di zucchero aggiunto hanno un notevole aumento del rischio di attacchi di cuore, rispetto a quelli con più bassa assunzione. Riducendo quindi l'assunzione di zuccheri, tra le tante patologie e problematiche derivabili, si ha una minore possibilità di avere un attacco cardiaco.

512

Riduce la possibilità di carie

Uno degli effetti dell'elevata assunzione di zuccheri è sicuramente quello di una maggiore propensione alla formazione di carie e di problematiche legate al cavo orale. Evitare grosse quantità di zuccheri e accompagnare il tutto con una buona e regolare igiene orale, ci mette al riparo da queste fastidiose problematiche.

612

Aumenta la reattività celebrale

Come abbiamo detto prima, gli zuccheri possono comportare problemi al cavo orale erodendo lo smalto dei denti ma, ciò che fa ancora più paura è che, lo zucchero, può erodere anche la nostra reattività celebrale. Una recente ricerca dimostra infatti che, mangiare troppi zuccheri, può causare danni anche gravi alla funzione cognitiva e ridurre le proteine ​​che sono necessarie alla memoria e alla reattività. Evitare quindi un'elevata assunzione di zuccheri risulta essere un ottimo metodo per preservare, non solo il nostro corpo, ma anche la nostra mente.

712

Riduce il rischio di Alzheimer e demenza

Una dieta ricca di zuccheri aggiunti riduce la produzione di una sostanza chimica nota come fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), che aiuta il modulo cervello nuovi ricordi e ricordare il passato. I livelli di BDNF sono particolarmente bassa nelle persone con un metabolismo glucosio (diabetici e pre-diabetici) e un basso livello di BDNF è stato collegato alla demenza e all'Alzheimer.

812

Riduce il rischio di depressione

In una recente indagine condotta sulle diverse reazioni degli individui che assumono diversi quantitativi di zuccheri, gli adulti più anziani, che avevano bevuto più di quattro porzioni di soda zuccherata al giorno, avevano il 30% di probabilità in più di risultare positivi alla diagnosi di depressione rispetto alle persone che avevano bevuto bibite senza zuccheri. Per funzionare correttamente, il cervello, dipende da un rifornimento costante di sostanze chimiche come glucosio e insulina. Quando il glucosio (altro nome dello zucchero) entra nel corpo, l'insulina apre le porte delle celle per consentirgli l'ingresso nelle cellule. Tuttavia, quando il cervello subisce picchi di zucchero continui, l'insulina diventa più immune ai suoi effetti e quindi meno efficace. Questo, a sua volta, può favorire la formazione di sintomi legati alla depressione e all'ansia.

912

Aiuta a superare la dipendenza da zuccheri

Ridurre l'apporto di zuccheri, aiuta sicuramente, seppur in modo graduale, a superare quella che, in realtà, è una vera e propria dipendenza. È stato infatti scientificamente provato che, gli animali che assumono quantità eccessive di zucchero, sviluppano sintomi di dipendenza fisica e segni di astinenza. Questo perché, la dopamina, il neurotrasmettitore responsabile della sensazione di benessere del cervello, viene rilasciata proprio durante l'assorbimento di zucchero. Il problema è che, mangiando troppi zuccheri, si spegne il ricettore della dopamina, il che significa che ci vuole sempre più zucchero per raggiungere ed accendere quei segnali di piacere. In uno studio, la vista di un frullato, risulta attivare gli stessi centri neurologici che si attivano quando una persona affetta da tossico-dipendenza vede la cocaina!

1012

Aiuta a mantenere la pelle giovane e pulita

Per quanto riguarda la bellezza, anche questo fattore ne risente qualora assumiamo troppi zuccheri! Questi, infatti, possono rendere la pelle opaca e rugosa a causa di un processo chiamato glicazione (o glicosilazione non enzimatica), dove lo zucchero nel sangue si attacca alle proteine ​​per formare prodotti finali di glicazione avanzata. Questo comporta una minore formazione di enzimi e antiossidanti e porta ad un più rapido invecchiamento cellulare e dei tessuti. Riducendo gli zuccheri, quindi, faremo un favore anche alla nostra pelle, favorendo apporti di vitamine e proteine necessarie al giusto funzionamento cellulare.

1112

Aiuta ad assaporare meglio gli alimenti

Non sottovalutate è il fattore del gusto! Mangiare alimenti senza zuccheri aggiunti vi farà assaporare al meglio gli alimenti per quello che sono realmente, senza sapori esasperati e magari poco riconducibili allo stato naturale del cibo o della bibita prescelta. Inoltre, senza gli zuccheri aggiunti, sarà più facile assimilare le proprietà benefiche nutritive dell'alimento prescelto!

1212

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Come ridurre il consumo di carboidrati

Un'alimentazione salutare ed equilibrata richiede l'assunzione di tutti i tipi di nutrienti essenziali.Sarebbe un errore rinunciare alle proteine, alla giusta dose di grassi e ai carboidrati. Questi ultimi sono degli zuccheri di cui il regime alimentare...
Alimentazione

Come scegliere i sostituti naturali dello zucchero

Quando noi assumiamo lo zucchero bianco, non ci rendiamo conto dei processi chimici attraverso i quali viene ottenuto; infatti, per avere il suo aspetto tipico, bianco e cristallino, esso è sottoposto a diversi trattamenti. E i prodotti con i quali viene...
Alimentazione

Come ridurre la voglia di cibo

L'obesità infantile è un problema che ormai, sta aumentando in maniera particolarmente elevata. Attraverso alcuni studi, si afferma che il 40 % dei bambini del mondo ha problemi di sovrappeso oppure è addirittura obeso. La causa di queste patologie...
Alimentazione

5 cibi da evitare per ridurre il gonfiore

Chi soffre di particolari disturbi gastrointestinali, oppure si ritrova spesso gonfio, subito dopo aver mangiato, per problemi di digestione, di colite o di nervosismo psicosomatico, sa quanto possa essere fastidioso ed imbarazzante il gonfiore, accompagnato...
Alimentazione

10 motivi per bere il latte di avena

Il latte di avena, come tutti i latti vegetali, sta prendendo piede sempre di più tra le popolazioni di ogni parte del mondo. È sano, buono, gustoso e non presenta le controindicazioni del latte di mucca. In questa interessantissima guida vi offro 10...
Alimentazione

5 motivi per non mangiare la frutta dopo i pasti

In una dieta sana, è importante sempre inserire moltissima frutta e moltissima verdura. La frutta viene erroneamente mangiata molto spesso subito dopo i pasti principali (pranzo e cena) ma questa abitudine, non è del tutto sana per l'organismo. La frutta...
Alimentazione

Come ridurre l'indice glicemico dell'alimentazione

La frenesia della vita attuale, fa sì che ci resti poco spazio per potersi rilassare, stando un po' in tranquillità. Continuando a correre a destra ed a sinistra tutti i giorni dell'anno tutte le abitudini risultano modificate, soprattutto velocizzate....
Alimentazione

Motivi per mangiare l'ananas a fine pasto

L'ananas è per eccellenza uno dei frutti tropicali, più conosciuti e diffusi al mondo. Il modo ideale per consumarlo è quello di mangiarlo lontano dai pasti. Povero di calorie ma ricco di vitamine e di minerali, lo potrete gustare sbucciandolo e tagliandolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.