10 abitudini da eliminare in caso di gastrite

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

La gastrite è una malattia molto diffusa che consiste nell'infiammazione delle pareti interne dello stomaco. Può essere acuta o cronica ma sempre molto fastidiosa. Provoca nausea, bruciore e dolore gastrico. Le cause principali sono. Alimentazione scorretta, emotività e stress. Vediamo quindi le 10 abitudini da eliminare in caso di gastrite.

212

Mangiare cibi grassi e pesanti

Una delle abitudini da eliminare subito è quella di mangiare alimenti difficili da digerire. Tra questi abbiamo tutti i cibi troppo grassi come i salumi, le carni grasse ed i formaggi ed i fritti di ogni genere. Tutte le pietanze condite con troppo olio o burro sono anch'esse da evitare o da consumare in piccole quantità.

312

Masticare ed ingoiare velocemente

Occorre assolutamente evitare di mangiare velocemente. Le pareti dello stomaco si distendono e si allargano lentamente durante i pasti. Dobbiamo dare loro il tempo perché avvenga questo fenomeno. Masticando ed ingoiando rapidamente lo stomaco si gonfia troppo in fretta e ciò peggiora i sintomi della gastrite.

Continua la lettura
412

Saltare la colazione

Il pasto più importante della giornata è la colazione anche per chi è affetto da gastrite. Non mangiare abbastanza appena svegli può portare lo stomaco a soffrire perché i succhi gastrici possono essere irritanti. Inoltre si rischia di arrivare al pranzo così affamati da esagerare con le quantità di cibo. Pranzo, merenda e cena devono infatti essere pasti moderati.

512

Consumare cibi acidi

Gli alimenti acidi sono molto dannosi per chi soffre di gastrite. Bisogna quindi innanzitutto perdere l'abitudine di mangiare pomodori, sia crudi che sotto forma di salse e sughi. Inoltre sono da evitare frutti come limoni, arance e tutti gli agrumi. Occorre anche assolutamente non utilizzare aceto come condimento.

612

Condire con spezie piccanti

Le spezie in generale e quelle piccanti in particolare sono tra i cibi più irritanti che si possano consumare in caso di gastrite. Esse aumentano la produzione di succhi gastrici in modo eccessivo. Quindi bisogna escludere dalla cucina il peperoncino ed il pepe ed evitare anche paprika, curry, noce moscata, cipolla ed aglio.

712

Bere bevande alcoliche

L'alcool è un'altra delle sostanze molto irritanti per le pareti dello stomaco. I superalcolici sono in assoluto i più dannosi ma occorre evitare anche bevande come il vino, soprattutto quello bianco. L'assunzione di alcool a stomaco vuoto è ancora più pericolosa e porta ad un peggioramento dei sintomi della patologia.

812

Bere caffè e mangiare cioccolata

L'abitudine di bere molto caffè, soprattutto a digiuno, è deleteria in caso di gastrite. Questa popolare bevanda è estremamente irritante per la mucosa gastrica e deve essere eliminata. Nella maggior parte dei casi anche il tè, soprattutto quello nero classico, è da evitare. Anche il cioccolato e le bevande gassate esercitano un'azione negativa sullo stomaco.

912

Fumare

Il fumo è un'abitudine disastrosa per i malati di gastrite. Esso, in particolare, riduce le difese dello stomaco contro il batterio Helicobacter Pylori, che può peggiorare la gastrite e provocare ulcera e reflusso gastroesofageo. Inoltre la nicotina fa produrre quantità eccessive di acido gastrico.

1012

Lasciarsi sopraffare dallo stress

Lo stress è molto dannoso per coloro che soffrono di gastrite. Emozioni come l'ansia, la paura, l'ira, le preoccupazioni, la disperazione e simili portano l'organismo a produrre troppo succo gastrico che non fa che peggiorare il quadro clinico della malattia. Occorre quindi imparare a rilassarsi, respirare correttamente e profondamente e praticare magari yoga e meditazione.

1112

Assumere spesso i farmaci FANS

I FANS sono i farmaci antinfiammatori non steroidei come la classica Aspirina (acido acetilsalicilico). L'uso frequente di queste medicine è estremamente dannoso per lo stomaco di qualunque persona. A maggior ragione quindi vanno evitato in caso di gastrite. Provocano gravi danni alla mucosa gastrica. Altri FANS sono il Diclofenac, l'Ibuprofene, il Ketoprofene, il Naprossene ed il Nimesulide.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come eliminare i batteri con la liquirizia

La liquirizia nota anche come radice sciita, pianta perenne originaria dell'Asia oggi molto diffusa sopratutto nel sud del nostro Paese, veniva già utilizzata secoli fa per le sue numerose virtù benefiche. Quest'ultime possono essere sfruttate masticando...
Rimedi Naturali

Come eliminare il gonfiore addominale senza sport

Il gonfiore addominale è al giorno d’oggi un problema piuttosto diffuso, complice il nostro stile di vita spesso non proprio salutare. Si tratta di un fastidioso disturbo che ha origine a livello intestinale e può essere causato da motivi diversi:...
Rimedi Naturali

Come eliminare i pidocchi con metodi naturali

I pidocchi sono degli insetti che trovano il loro perfetto habitat naturale nella cute umana. Hanno la caratteristica di attaccarsi alla pelle ed ai capelli, con una sostanza gelatinosa, e le loro uova si schiudono nel giro di una settimana. Vivono succhiando...
Rimedi Naturali

Come eliminare le macchie dai denti

Avere dei denti belli, splendenti e bianchi è il sogno di chiunque. Eppure non è una cosa così complessa da raggiungere. Lo stato dei nostri denti dipende chiaramente da come noi li trattiamo, ma purtroppo ci sono quei casi in cui i denti tendono a...
Rimedi Naturali

Come eliminare i calli in modo naturale

I calli generalmente interessano le dita dei piedi e delle mani. Essi si formano a causa dei continui sfregamenti oppure delle sollecitazioni di corpi estranei. In realtà queste antiestetiche escrescenze di pelle rappresentano una difesa dell'organismo....
Rimedi Naturali

Come eliminare il tartaro con rimedi naturali

Il tartaro dentale si va a depositare sulla superficie esterna dei denti, oppure all'interno della gengiva. Il colore è molto variabile: può essere giallastro, marrone o nero, così come possono essere di varia natura anche le cause che provocano il...
Rimedi Naturali

Come eliminare la cellulite con impacchi naturali

La cellulite è un fastidioso problema antiestetico che interessa moltissime donne. Tale problema deriva generalmente da una predisposizione genetica, la probabilità che si manifesti però aumenta se si conduce una vita alquanto sedentaria ed un'alimentazione...
Rimedi Naturali

Come eliminare l'odore di aglio dalla bocca

L'aglio è un ingrediente molto utilizzato nella cucina mediterranea e dii conseguenza nelle cucine di molti italiani. Numerose sono le ricette che prevedono la sua presenza, nei primi e nei secondi piatti ma anche e soprattutto nelle insalate. Anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.