Tutto sulla Passiflora, il fiore della passione

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In molti hanno sentito parlare del famoso "fiore della passione", ma non tutti hanno bene in mente di che tipo di pianta si tratti. La passiflora è un genere che comprende al suo interno, numerose specie. Sono piante erbacee o piccoli arbusti, lianose e rampicanti il cui nome è stato attribuito da alcuni monaci che rivedevano, in alcune parti della pianta, dei simboli della Passione di Cristo. Le parti essiccate della passiflora erano storicamente utilizzate come sedativo e ipnotico (per l'insonnia) e per i disturbi gastrointestinali. Il fiore della passione può esercitare un'azione calmante. Vediamo i membri più importanti di questa specie e tutto ciò che occorre sapere.

27

La Passiflora: struttura

La Passiflora Incarnata è caratterizzata dalla presenza di un fiore unico e riconoscibile; il quale è caratterizzato da brattee fogliacee con 5 sepali e 5 petali di colore viola-blu, molto intenso, accompagnate da appendici filamentose, anche molto lunghe, sempre di colore viola. Numerose sono le proprietà medicinali di questa pianta, di cui si utilizzano le foglie e le parti aeree per il loro contenuto di sostanze come fitosteroli, alcaloidi e flavonoidi. Queste sostanze mostrano una specifica azione calmante a livello del sistema nervoso e influenzano anche i centri del sonno.

37

La Passiflora: il frutto

L'altra passiflora che è necessario menzionare è la caerulea, che presenta un fiore morfologicamente del tutto simile al precedente, ma ciò che varia è la tonalità: sia i petali, sia le appendici filamentose sono di colore blu-bianco. Infine parliamo del frutto, il celebre passion fruit o maracuja. È una bacca ovoide, con tegumento esterno arancio-bruno, che contiene all'interno una polpa in cui sono immersi numerosi semi. Dal sapore leggermente amaro, può essere utilizzato in cucina, specie per accompagnare piatti esotici.

Continua la lettura
47

La Passiflora: i benefici

Proprio l'altra concentrazione in potassio, lo rende adatto ai soggetti che soffrono di ritenzione idrica. Ha numerose proprietà antiossidanti, ed ha il "difetto" di essere molto calorico: 100 g di frutto producono circa 100 calorie; quindi, chi si sta sottoponendo a diete dimagranti deve prestare molta attenzione alla quantità assunta.

57

La Passiflora: coltivazione

Durante l'estate, si consiglia di mantenere il terreno della passiflora sempre umido e di cospargere al di sopra le foglie, per avere meno umidità. Aggiungiamo un po' di fertilizzante, una volta ogni due settimane. La passiflora ha inoltre bisogno di calore moderato (tra i 15 e i 20 gradi centigradi) e di luoghi luminosi. In inverno, è necessario ridurre le annaffiature. Il terreno appropriato per coltivare la passiflora, è composto da un mix di foglie, concime, terreno da giardino e sabbia.

67

La Passiflora: come curarla

Questo fiore è molto delicato, ma non sempre è soggetto a particolari patologie. Però può capitare che possa perdere le foglie con facilità nel caso in cui non venga irrigato in modo efficiente. Così come può anche capitare che le foglie diventino gialle e che la pianta non fiorisca: in questo caso bisogna posizionare la pianta in un luogo più vicino alla luce. Un'altra patologia che si può riscontrare è la presenza di macchie sulle foglie causate da fastidiosi insetti come ad esempio le coccinelle. Il consiglio è quello di rimuovere queste macchie attraverso un piccolo batuffolo di cotone imbevuto di acqua, ma se le foglie risultano essere ingiallite da piccole macchie marroni allora in questo caso sappiate che il sintomo è causato da un insetto quale il ragnetto rosso che potrà essere eliminato utilizzando un semplice anti-parassita.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Rimedi naturali: proprietà curative della passiflora

Da sempre, le erbe agiscono su bruciore o gonfiore intestinale, mal di testa, dolore ai denti, crampi e spasmi. La passiflora, rientra tra i rimedi naturali efficaci contro lo stress, l'insonnia, l'ansia, i dolori muscolari e l'isterismo. È una pianta...
Rimedi Naturali

I migliori infusi per placare l'ansia

Tra i diversi disturbi causati da una vita caotica e scandita da ritmi frenetici, uno dei più diffusi è l'ansia che, quando si manifesta eccezionalmente, solo nel caso di eventi particolari, non è particolarmente dannosa; lo diventa, però, quando...
Rimedi Naturali

10 piante che possono favorire il relax

In una società frenetica come quella odierna lo stress è sempre alle porte ed è davvero molto facile cadere nella pericolosa trappola dei tranquillanti. Molti, però, non sanno che le erbe officinali svolgono il compito di indurre il relax evitando...
Rimedi Naturali

5 tisane per dormire tranquilli

Lo stress quotidiano, l'ansia, i ritmi frenetici a cui quotidianamente siamo sottoposti, i malesseri vari, i problemi familiari o lavorativi, i tanti pensieri che la sera a letto affollano la nostra anima ci impediscono di riposare in modo sano. Il sonno...
Rimedi Naturali

Tisane che aiutano a rilassarsi

Non sempre si riesce a contenere l'ansia. Spesso lo stress della vita quotidiana ci porta a tensioni difficilmente controllabili. Nei casi più gravi è sempre importante rivolgersi al medico curante, alcune patologie infatti inducono sintomi simili al...
Rimedi Naturali

10 piante che possono favorire il sonno

Dormire la notte è diventata un'impresa? Le lunghe ore di riposo continuato sono solo un lontano ricordo? Nel letto non fai altro che girarti e rigirarti nel vano tentativo di prendere sonno? Nessun problema. Per conciliare il riposo e tornare ad addormentarsi...
Rimedi Naturali

Consigli per chi soffre di insonnia

Molti studi hanno stabilito che l'uomo necessita di almeno sette ore di riposo quotidiano per rigenerarsi completamente. Già gli antichi preferivano andar a letto presto per recuperare la stanchezza della giornata, e, oltre ai tradizionali rimedi contro...
Alimentazione

Le proprietà benefiche del tiglio

In natura sono presenti una quantita' davvero enorme di alberi, di tutti i generi, ed ognuno possiede alcune proprieta' particolramente benefiche per l'essere umano. Conoscerle potrebbe tornarci utile in diverse occasioni. Tra gli alberi con le maggiori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.