Tisane curative: consigli per la preparazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Le tisane, oltre ad avere un sapore buono, sono economiche e fanno bene alla salute. Per gran parte delle persone, prepararle è qualcosa di rituale, che richiama un cerimoniale risalente ad oltre 3000 anni fa, ai tempi dell’antico Egitto e dei Babilonesi. Assumere le tisane rappresenta un momento rilassante. A seguire, vi forniamo alcuni consigli sulla preparazione delle tisane curative, per chi vuole sfruttare il sapore e l’aroma, ma sopratutto le proprietà terapeutiche.

24

Per prima cosa viene da chiedersi se è preferibile usare le erbe macinate oppure quelle essiccate e sminuzzate. Solitamente per le tisane si sfruttano le erbe tagliate, ma possono essere polverizzate per ricavare un buon estratto. È necessario tenere presente che la polvere trattiene più acqua rispetto alle foglie, quindi a seconda di come sono realizzare, si può ottenere una quantità minore di tisana. A questo punto, è necessaria una garza come quelle che si usano per filtrare la cagliata o un filtro per caffè americano, in modo da filtrare la tisana al momento di versarla nella tazza. Il nostro consiglio è quello di stillare molto bene le erbe in polvere, dal momento che le minuscole particelle della polvere tendono a trattenere una parte non indifferente di liquido. Quindi spremere fino all’ultima goccia, quella che contiene la parte più concentrata della tisana. Semi e radici delicati, al pari dei semi e delle radici con oli volatili, devono essere infusi. Per chi sta realizzando un decotto e non ottiene il risultato che si aspettava, è opportuno accertarsi che che le erbe non contengano oli volatili, i quali necessitano di infusione invece che decozione. Un esempio di erbe contenenti oli volatili sono la radice di Angelica Archangelica, la radice di Dong Quai (detta anche Angelica Cinese) e la radice di Enula Campana. Se si devono infondere semi e radici, può essere necessario polverizzarli in un mortaio con il pestello, in modo da sbriciolarli a sufficienza e poterne estrarre la parte migliore. Invece del mortaio, possono essere messi in una borsa e schiacciati tramite un mattarello. Nel caso risultassero estremamente duri, metterli in due borse, collocarli su un piano da cucina resistente e pestarli con un martello.

34

Può anche capitare di dover realizzare una tisana composta da erbe differenti, alcune delle quali richiedono decozione, ed altre infusione. Quando si prepara la formula, è necessario separare le erbe secche in due contenitori. In uno di questi andranno messe le erbe da decuocere, mentre nell'altro saranno collocate quelle da infondere. A seguire, mettere tutte le parti dure e dense della pianta come cortecce, radici ed un po' di semi, nel contenitore per decotti. Invece, mettere le componenti delicate, come i fiori e le foglie, nel recipiente riservato all’infusione. Cuocere prima il decotto, poi rimuoverlo dal fuoco ed aggiungere le erbe da infusione, prestando particolare attenzione che il coperchio sia adeguatamente chiuso. Lasciare macerare il tempo necessario e filtrare. Nel caso che sia stata acquistata una miscela preparata di erbe, come regola generale, è opportuno versare nella tisaniera due cucchiai di erbe (fresche) o un cucchiaio (secche) per ogni tazza d’acqua. Questo discorso è valido, a meno che sia diversamente specificato sulla confezione. Quindi aggiungere altri due cucchiai per la cottura. I tempi di infusione o di decozione variano in base alle erbe utilizzate. Alcune tisane, se lasciate in infusione per troppo tempo, risulteranno eccessivamente amare, mentre altre richiedono maggiore cottura per estrarne le proprietà benefiche. Dobbiamo precisare che il colore della tisana non indica la sua concentrazione, ed alcune più potenti ed efficaci hanno la tonalità più opaca.

Continua la lettura

Approfondimento

Tisane per la circolazione
44

Quando si realizza un decotto è necessario utilizzare un contenitore dotato di un coperchio che lo sigilli per bene. Per ottenere un buon infuso è opportuno un barattolo con tappo a vite che si chiuda ermeticamente, in modo che non fuoriescono vapori. Ciò è molto importante, sopratutto se si sta preparando una tisana con una pianta contenente diversi oli volatili. Prima di aprire il barattolo o la pentola, è buona norma lasciarlo raffreddare un pochino, in modo da non perdere la proprietà degli oli essenziali, che tendono a volatilizzarsi facilmente. Praticamente, il recipiente deve risultare caldo al tatto, e non bollente. Un'altra raccomandazione è quella di non utilizzare tisaniere, pentole e contenitori in rame, ghisa, ferro, metallo e verificare che siano privi di piombo. Questo perché i metalli tendono ad alterare le proprietà delle erbe. Secondo la tradizione cinese, per preparare infusi e decotti sono necessarie tisaniere in argilla, o in alternativa, quelle in ceramica, porcellana, vetro o smaltate. Alcune persone preferiscono usare palline e filtri in bamboo, invece dei più classici colini in metallo. Vediamo, ora, come eseguire la filtrazione. Prelevare le erbe con il colino e stillare molto bene tutto il liquido. Una buona parte degli elementi benefici è ancora contenuta nelle erbe e gettarla via non sarebbe per niente piacevole. Anche se il gusto è un qualcosa di personale, alcune tisane possono risultare assai sgradevoli. Per renderle più appetibili, è bene considerarle alla stregua di un normale tè ed aggiungere dei sapori graditi. Ad esempio, limone, miele, altre erbe, succo di frutta (puro, senza aggiunta di zuccheri o dolcificanti), oli essenziali (anice, menta) e non più di una o due gocce per tazza. Infondere, inoltre, frutta secca (mele, mirtilli, uvetta). Per ottenere i migliori risultati le tisane dovrebbero essere assunte un’ora prima dei pasti, a stomaco vuoto, oppure prima di andare a dormire. Infine, per eseguire la corretta pulizia di pentole, barattoli, colini, tisaniere ed delle piante essiccate, il consiglio è quello di utilizzare il bicarbonato di sodio disciolto in acqua, in quanto economico, ecologico ed antibatterico.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come scegliere la tisana più adatta a te

L'inverno si avvicina e inizi ad avvertire il bisogno di sorseggiare una bevanda calda? Quale alternativa migliore se non una tisana? Le tisane, usate ...
Rimedi Naturali

5 erbe per le vie urinarie irritate

Nella maggior parte dei casi, quando una persona è colpita da problemi alle vie urinarie si fa ricorso all'impiego di farmaci, che hanno lo ...
Rimedi Naturali

5 tisane per affrontare il cambio di stagione

Ormai non ci sono più le mezze stagioni, e forse è per questo che il passaggio da una stagione all'altra e così traumatico e ...
Rimedi Naturali

Proprietà e benefici dell'astralago

L' astralago è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle fabaceae. Cresce prevalentemente in Cina ed in Mongolia e può raggiungere un'altezza massima ...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana drenante

La tisana drenante rappresenta un ottimo alleato nella lotta contro la ritenzione idrica, ma non soltanto. Infatti si possono trovare degli ottimi benefici anche durante ...
Rimedi Naturali

5 tisane per favorire la digestione

Bere tisane è un'abitudine praticata da migliaia di anni grazie alle molteplici funzioni che svolgono nel nostro organismo. Oggi la maggior parte di coloro ...
Rimedi Naturali

Le migliori tisane lassative

Le tisane sono delle particolarissime bevande che vengono ottenute attraverso l'infusione in acqua calda di vari tipi di erbe e spezie. Questi particolari componenti ...
Rimedi Naturali

Guida alle tisane anticellulite

Per combattere la cellulite non sono necessari medicinali particolari o unguenti specifici, infatti, è importante sapere che la natura viene in aiuto proponendo erbe che ...
Rimedi Naturali

Le migliori tisane drenanti

Per riscaldarci durante i freddi inverni non c'è nulla di meglio di una bevanda calda. La scelta è piuttosto ampia: dal tè al latte ...
Rimedi Naturali

Le tisane di bellezza

Ora ci occuperemo della preparazione di alcune tisane, con funzione di bellezza. Nei prossimi passi, concentreremo le argomentazioni dedicando a ciascun passo una specifica preparazione ...