Le proprietà della segale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La segale è un cereale integrale e, insieme al farro, è uno dei più antichi alimenti utilizzati sia nella cucina orientale che in quella occidentale. Viene coltivata ormai da circa 2000 anni in Asia minore, continente nel quale il cima ventilato e umido dell'inverno consente la sua crescita. Oggi è uno dei cereali più diffusi in Europa e in Scandinavia. I primi tre grandi produttori al mondo di segale sono: Russia, Polonia e Germania. Viene utilizzata, ormai da molto tempo, per combattere diverse problematiche legate all'ipertensione e per patologie a carico dell'apparato vascolare, in quanto possiede numerose proprietà benefiche per l'organismo. Attraverso i passi di questa guida capiremo quali sono le proprietà della segale, in modo tale da poterla assumere con la consapevolezza dei suoi effetti positivi sui nostri organi.

25

Per cominciare, dobbiamo sapere che la segale è un cereale ricco di minerali, proteine e sostanze altamente nutritive. Magnesio, fosforo, potassio e manganese sono solo alcune tra le sostanze minerali appartenenti alla segale. Inoltre, la presenza di grandi quantità della vitamina niacina, è di notevole importanza per riuscire a contrastare e a prevenire problematiche legate all'ipertensione. Questa importante vitamina, infatti, contribuisce al benessere dell'apparato cardiocircolatorio favorendo, appunto, anche la circolazione. Inoltre, contribuisce a mantenere sempre attivo il metabolismo; incrementa l'abbassamento del colesterolo cattivo; favorisce la fluidità del sangue e, infine, sostiene anche la crescita durante le fasi dello sviluppo.

35

La segale è ricchissima di vitamine E, B5, B1, B6, B2 e di manganese, elemento che agevola il fabbisogno quotidiano (rappresentato da circa il 50%) delle ghiandole surrenali. Ha delle notevoli capacità energetiche e rigeneratrici e, in più, grazie alla presenza della vitamina E contenuta in questo importantissimo cereale, possiede notevoli proprietà antiossidanti. La vitamina E, inoltre, ha un ruolo determinante anche nel ridurre il colesterolo cattivo nel sangue, favorendo, invece, l'innalzamento dei valori del colesterolo buono.

Continua la lettura
45

Uno studio ha dimostrato che l'introduzione giornaliera di pane di segale nella dieta, consumandolo per due-tre settimane circa, contribuisce in maniera significativa alla riduzione del 5% del valore di colesterolo cattivo nel sangue. La segale, inoltre, è anche vivamente consigliata a coloro che soffrono di diabete, in quanto è un farinaceo a basso contenuto glicemico. Ancora, le sue caratteristiche la rendono particolarmente adatta soprattutto per chi ha necessità di seguire una dieta dimagrante perché le sue fibre aumentano i livelli di sazietà, rallentano le oscillazioni glicemiche e incrementano moltissimo il metabolismo.

55

Molti di voi si staranno chiedendo: in quali forme si può assumere questo cereale per trarne i maggiori benefici? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo sapere che la segale viene impiegata soprattutto per la produzione di farina e del cosiddetto pane nero, chiamato così per il suo colore molto scuro e per il suo sapore particolarmente intenso e amarognolo. I chicchi di segale, una volta tostati, possono anche essere consumati sotto forma di caffè, producendo una bevanda molto nutriente e salutare. Questo cereale non deve essere mai confuso con quella che viene chiamata segale cornuta, oppure con l'ergot: questi, infatti, non sono altro che delle tossine infestanti prodotte da un fungo parassita che attaccava, durante il Medioevo, le intere coltivazioni della segale vera e propria, danneggiandola e rendendola inutilizzabile.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

I benefici del pane di segale

Stare attenti la propria alimentazione è un passaggio fondamentale per il nostro benessere. In particolare, stare attenti a cosa, quando e come si mangia potrebbe avere effetti davvero stupefacenti, fino a farci davvero sentire diversi, più in forma...
Alimentazione

Farina: come utilizzare quella giusta

La farina è un ingrediente indispensabile in cucina. Parecchie ricette culinarie infatti, richiedono tale prodotto come base di preparazione. Non sempre però il suo uso avviene in modo corretto, infatti pochi sanno che esistono vari tipi di farina ogni...
Alimentazione

5 carboidrati da mangiare anche in regime dietetico

Quando ci si sottopone ad un regime alimentare controllato e ipocalorico, la prima cosa che ci viene vietato sono i carboidrati. Pane e pasta sono dei veri e propri nemici del nostro dimagrimento, anche se molto importanti comunque per il nostro organismo....
Alimentazione

Quali sono i cereali senza glutine

La celiachia è un'intolleranza alimentare che alcuni individui hanno nei confronti dei cibi contenenti glutine (il glutine è una sostanza formata dall'unione di due tipi di proteine: la gliadina e la glutenina presenti, in modo particolare, in alcuni...
Alimentazione

L'importanza dei cereali integrali

I cereali, più comunemente noti come frumento, segale, riso, avena e orzo rappresentano un degli alimenti fondamentali in fatto di nutrizione. Se inizialmente i cereali venivano consumati nella loro interezza, con il passare degli anni si è arrivati...
Alimentazione

Latte di farro: proprietà e controindicazioni

Il latte di farro è un latte simile al latte tradizionale ma la sua origine è completamente vegetale. Viene prodotto estraendo le sostanze attive dalla farina del farro. Non contiene proteine di origine animale e ha numerose proprietà benefiche ma...
Alimentazione

L'alimentazione giusta per chi pratica body building

L'alimentazione per chi pratica attività sportiva deve essere adatta a fornire all'organismo i nutrimenti di cui ha bisogno. Ogni tipo di attività sportiva ha l'alimentazione tipo, questo perché non tutti gli sport chiedono all'organismo lo stesso...
Fitness

Come avere la tartaruga (addominali)

Avere un addome piatto e scolpito, con la famosa "tartaruga", è il sogno di tutti coloro che puntano ad un ottimo aspetto fisico. Realizzarlo però non è semplice, c'è bisogno di molto impegno. Come spesso accade per temi legati al fisico, bisogna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.