Le 10 regole della cucina Zen

tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Con il termine Zen si indicano alcune scuole buddhiste giapponesi, anche se con gli anni il termine ha assunto una connotazione molto più generica e onnicomprensiva. Quante volte vi è capitato di consigliare, ad un amico o conoscente particolarmente arrabbiato, di assumere un atteggiamento "Zen" rispetto a quella particolare situazione? La filosofia orientale è molto affascinante e stabilisce precise regole per ogni aspetto della vita quotidiana. Se siete amanti della cucina e della buona tavola, potreste trovare interessanti i dettami che lo Zen indica per la cucina. Ve ne parleremo proprio in questa guida. Ecco a voi le 10 regole della cucina Zen. Buona lettura e...relax!

212

Scegliere prodotti stagionali

La prima regola della cucina Zen è quella di cercare di seguire il ciclo della natura. Inutile quindi acquistare angurie in pieno inverno: non è la loro stagione. Se se ne ha la possibilità occorre scegliere sempre prodotti stagionali: freschi, sani e buoni. Se avete un contadino di fiducia o coltivate voi stessi ortaggi e frutta, allora è davvero il top.

312

Preparare con amore

La seconda regola della cucina Zen è quella di preparare i pasti con il massimo dell'amore e della dedizione. State preparando probabilmente per la vostra famiglia o per i vostri amici. Ma anche se lo fate solo per voi stessi, ritagliatevi momenti da dedicare alla cucina per preparare ogni pietanza con amore e con tutto il tempo necessario.

Continua la lettura
412

Mangiare con tranquillità

Oltre alla fase della preparazione delle pietanze, se volete seguire i dettami della filosofia Zen dovete anche mangiare con tranquillità. No ai pasti in piedi o veloci o magari al lavoro davanti al monitor del pc. Dovete ritagliarvi uno spazio per pasteggiare con serenità, senza fretta. Apparecchiatevi sempre anche solo con una tovaglietta, bicchiere e posate. Masticate con calma e gustate ciò che state mangiando.

512

Nutrire l'anima

La quarta regola della cucina Zen prevede che durante i pasti non si nutra solo lo stomaco, ma anche l'anima. Se siete abituati a cenare con la vostra famiglia, fate diventare il momento della cena un vero e proprio momento di condivisione. Non solo delle pietanze, ma anche della giornata appena trascorsa. Raccontate e raccontatevi, chiacchierate, ascoltate. Il cibo è anche nutrimento dell'anima.

612

Non sprecare

Secondo la cucina Zen non bisogna mai gettare via il cibo. Fate porzioni più piccole, non sprecate. Preferite sempre chiedere una porzione in più in un secondo momento, piuttosto che lasciare gli avanzi nel piatto. Il concetto del non sprecare è fortemente radicato nella cucina Zen. Si deve mangiare quasi più per necessità che per gusto.

712

Accogliere gli ospiti

La sesta regola della cucina Zen prevede di accogliere gli ospiti nel migliore dei modi. L'accoglienza comincia dalla tavola apparecchiata e passa anche per l'amore che si mette nella preparazione delle vivande. Dovete cercare di far stare i vostri ospiti completamente a loro agio e di renderli felici con le pietanze che avete cucinato per loro, dagli antipasti fino ai dolci.

812

Creare con le mani

Secondo la cucina Zen è sempre meglio preparare i cibi con le proprie mani. Se avete molti utensili in cucina come robot, tritatutto, mixer, macchine del pane ecc., lasciateli da parte. Impastate gli ingredienti con le vostre mani, usate la fantasia. Limitate l'uso di apparecchi elettrici e provate a fare tutto da soli: i risultati saranno sorprendenti.

912

Ringraziare

L'ottava, importantissima, regola della cucina Zen è quella di ringraziare. Quando state per sedervi a tavola, riflettete su ciò che avete davanti. Non si tratta di pregare, si tratta semplicemente di essere grati per ciò che si ha. A partire dai commensali accanto fino ad arrivare ai cibi che si hanno in tavola.

1012

Riordinare

La nona regola della cucina Zen prevede di riordinare sempre dopo che si è pranzato o cenato. A cominciare dalla sala da pranzo o dalla cucina, fino ad arrivare alla tavola e ai piatti da lavare. Non rimandate, fate tutto subito. Sarà bello risvegliarsi l'indomani con la cucina bella pulita, pronta ad essere riutilizzata.

1112

Non esagerare

L'ultima regola della cucina Zen è quella di non esagerare. Come detto in precedenza, secondo diverse filosofie orientali si deve mangiare più per necessità che per gusto o gola. Cercate di non esagerare e di mantenere sempre il giusto peso forma. Preferite proteine la sera e carboidrati a pranzo. Buona cucina Zen a tutti!

1212

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come comportarsi in un centro benessere

Il Centro Benessere, non è la solita Beauty Farm o SPA, ma è un posto autonomo vicino ad alberghi studiato, e pensato apposta per il relax dello spirito e del corpo. Nei suoi spazi e tra il personale, c'è la famosa filosofia del "wellness", che segue...
Fitness

Come Vestirsi Per Ballare Il Tango

Ballare è la passione di moltissime persone, muoversi a ritmo di musica in sincronia con il partner è qualcosa di veramente fantastico, un'emozione che unisce due persone in una serie di figure eleganti. Esistono moltissimi tipi di ballo, ma quello...
Alimentazione

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere

Vino dinamico e vino biologico: quale scegliere? Sempre più spesso riguardo il vino si creano etichette e divisioni nuove che spesso confondono il consumatore. Una delle più recenti è la distinzione tra vino dinamico e vino biologico. Quest'ultimo...
Rimedi Naturali

Il Manipura: il terzo chakra dell'uomo

Un concetto importante nella filosofia indiana è il chakra. Si tratta dei centri di forza presenti nel corpo dell'uomo. Se ne contano ben sette. Questi garantiscono un equilibrio energetico degli organi a loro associati. Secondo gli indiani, uno squilibrio...
Fitness

Come insegnare la pratica yoga junior

Si parla spesso di benessere fisico, psichico, emotivo, ognuno con particolarità differenti che richiedono approcci e approfondimenti specifici uno con l'altro, sappiamo che sin da piccoli bisogna orientare il bimbo a tali discipline, infatti non è...
Fitness

Tai Chi: tecniche di rilassamento

Il Tai Chi Chuan, arte marziale cinese millenaria, affonda le sue origini nella filosofia taoista dello Ying e dello Yang. Anticamente, veniva praticato per la difesa personale e per l'addestramento dei giovani alla vita. Il termine significa letteralmente...
Rimedi Naturali

Yanna Massage: tutti i benefici

Ispirato dalla filosofia yoga, lo Yanna Massage è un'esperienza rilassante, dagli indubbi e molteplici benefici. La parola Yanna prende origine dall'unione di Yin, Yang e "ninna nanna", da cui riprende quasi la funzione. La peculiarità di tale massaggio...
Psicologia

Counseling: le maggiori difficoltà agli inizi

Ognuno di noi ha sofferto per diverse ragioni: relazionali, situazioni di vita, condizioni di cambiamento indesiderato, non accettazione della realtà circostante, tutte situazioni nelle quali ci ritroviamo talvolta deboli nell'individuare la strada migliore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.