Il cardo: proprietà e benefici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida andremo ad elencare le proprietà ed i benefici del cardo, un ortaggio ipocalorico tipicamente invernale. Noto come "carciofo selvatico" per la somiglianza di gusto con quest'altro vegetale, il cardo si caratterizza per un sapore tendenzialmente più amarognolo. Tra le varietà in commercio ricordiamo il "mariano", lo "spadone", il "veronese", il "bolognese" ed il "riccio d'Asti", tutte organoletticamente interessanti, sebbene il più pregiato rimanga il "Gobbo" che nell'aspetto esteriore ricorda il sedano. Ma quali sono i benefici del consumo di cardo? Quante calorie apporta questo ortaggio? In che modo è possibile consumarlo per sfruttarne al meglio le proprietà? Vediamolo assieme!

26

Occorrente

  • cardo
36

Apporto nutrizionale e varietà

Particolarmente ricco di fibre e fonte importante di sali minerali come potassio, manganese, magnesio, calcio, zinco e fosforo, quest'ortaggio è composto per il 94% da acqua. La quota calorica è irrisoria considerando che possiede 17 calorie e 0,1% di grassi ogni 100 grammi. Presenti anche una buona percentuale di vitamine, in particolare la C e le B1, B2, B5 e B6. Come già detto, esistono diverse varietà di cardi e, pertanto, ognuno di essi vanta proprietà nutrizionali peculiari: il selvatico, ad esempio, sembra possedere notevoli qualità antitumorali garantite dalla ricchezza in antiossidanti, il mariano è impiegato per il trattamento di numerose malattie epatiche, come la cirrosi o l'epatite virale, il cardo piemontese trova impiego nella cura del pancreas. Tutte le varietà, comunque, sono adatte alla preparazione di decotti che si rivelano preziosi alleati in caso di ipotensione.

46

Potere curativo e benefici per la salute

Del cardo sono ben note le proprietà disintossicanti e depurative: esso, infatti, facilita l'eliminazione di radicali liberi, scorie e tossine agendo soprattutto su fegato, reni e pelle (in quest'ultimo caso, ad esempio, contrastando la psoriasi e aiutando nella rimarginazione delle ferite). Rilevante è anche il ruolo che svolge nella stimolazione dell'allattamento per merito delle sue qualità galattogene. Le virtù toniche e decongestionanti, inoltre, lo rendono un alimento utile anche a combattere gli effetti dell'affaticamento e dello stress. Come se non bastasse, questo splendido ortaggio aiuta tutti coloro che soffrono di sanguinamento rettale dovuto ad emorroidi in quanto promuove la riparazione e la rigenerazione tissutale.

Continua la lettura
56

Metodi di cottura e conservazione adeguati

Per mantenere inalterate sia le proprietà dell'ortaggio che il suo aspetto esteriore, è importante fare attenzione ai metodi di cottura e conservazione. Dopo aver ripulito il cardo ed eliminato le impurità, è bene bollirlo subito in acqua e limone al fine di evitare l'annerimento. Se l'immediata cottura non fosse possibile, va adagiato all'interno di una ciotola contenente lo stesso mix di liquidi e tenuto al fresco in frigo. Ricordiamo che una cottura troppo lunga nuoce alla stabilità delle vitamine quindi si deve tenere in considerazione anche questo parametro. I cardi sbollentati, tuttavia, posso essere avvolti in pastella e fritti in pochi minuti, risultando molto gustosi e croccanti. Altra possibilità di assunzione e cottura, al fine di trarne tutti i benefici possibili, è la produzione di decotto. Quest'ultimo si ottiene facendo bollire 250 grammi di acqua nella quale andranno adagiati 10 grammi di cardo fresco. La bevanda così ottenuta va bevuta rapidamente e non è consigliabile conservarla.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chi soffre di ipertensione, deve moderare il consumo di cardo poichè questo promuove l'aumento della pressione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Guida alle verdure meno caloriche

Da sempre, i medici consigliano di consumare quotidianamente una dose adeguata di frutta e di verdura per potersi assicurare un'ottima salute. È necessario, però, saper scegliere le verdure ideali, ossia quelle che racchiudono i maggiori benefici per...
Alimentazione

I migliori alimenti per eliminare le tossine

Vi sentite gonfie e spossate? Non preoccupatevi, siete in buona compagnia. Il senso di gonfiore a livello addominale è infatti un problema riscontrato da molte donne: esso è dovuto ad un accumulo di tossine, dovuto spesso allo stress o ad un'alimentazione...
Rimedi Naturali

Eringio marino: proprietà e benefici

L'eringio marino (nome scientifico Eryngium maritimum) è una pianta che cresce prevalentemente sulle coste del Mar Mediterraneo e su quelle orientali dell'Oceano Atlantico. È conosciuto anche come "cardo della sabbia" (per la sua somiglianza con il...
Rimedi Naturali

Come depurare l'organismo con le erbe

Camomilla, finocchio, malva, biancospino e aloe sono solo alcuni esempi di erbe depurative che, sciolte in acqua calda, purificano l'organismo dall'interno aiutando il naturale processo di eliminazione delle tossine. Con un'azione graduale e lenta, le...
Rimedi Naturali

Come disintossicarsi con le tisane

Se desideriamo depurare il nostro organismo, eliminando tutte le tossine dannose, possiamo farlo attraverso l'utilizzo di tisane disintossicanti. Le tisane sono degli infusi 100% naturali, composti da piante, fiori o erbe, con effetto "detox", appunto...
Rimedi Naturali

Come fare una cura disintossicante naturale

Molti pensano che bisogna disintossicare il nostro corpo quando si presentano dei fastidi: niente di più sbagliato! Mantenere un corpo sano e disintossicato è molto importante per evitare l'accumularsi di tossine e, di conseguenza, l'insorgenza di malattie....
Rimedi Naturali

Come depurarsi con le tisane

Le tisane sono bevande molto piacevoli che spesso accompagnano momenti di relax. Fermarsi un attimo e concedersi qualche minuto per rilassarsi fa bene al corpo e allo spirito, ancora di piú se approfittimo di quel momento per depurare il corpo dalle...
Rimedi Naturali

Come preparare una tisana disintossicante

Dopo aver mangiato molto, quando l'organismo si sente appesantito oppure quando non ci si sente in perfetta forma, si può ricorrere ad un rimedio naturale di prim'ordine. Si tratta delle tisane disintossicanti. Loro hanno delle proprietà fantastiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.