I più comuni infortuni in bici da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Andare in bicicletta è uno degli hobby più amati dalla gente di qualsiasi età. Adulti e bambini adorano le passeggiate in bicicletta. Tuttavia questo a volte non è solo un passatempo ma, la bicicletta diventa anche, in certe occasioni, un mezzo di trasporto. Sempre molte più persone utilizzano la bicicletta per spostarsi, per andare a lavoro ma anche per migliorare la propria forma fisica in favore di uno stile di vita più salutare dato l'incremento di lavori perlopiù sedentari. Può capitare però che, mentre si utilizzi la bicicletta per i vari spostamenti, si incorra in diversi tipi di incidenti che possono anche essere molto pericolosi per la vita. In questa lista verranno descritti i più comuni infortuni in bici da evitare.

26

Incroci pericolosi per la vita

Quando si percorrono anche brevi distanze in bici, non è impossibile, anzi è molto facile che ci si trovi nella situazione di dover attraversare un incrocio. Come per qualsiasi mezzo, affrontare un incrocio aumenta la probabilità di provocare o subire un incidente anche molto pericoloso. Quindi è buona abitudine rispettare le giuste precedenze, poiché l'utilizzo della bici e non di un qualsiasi altro veicolo a motore, non esonera dal rispettare la segnaletica e le regole della strada. Inoltre in prossimità di un incrocio è sempre bene fermarsi o quantomeno rallentare e valutare opportunamente la situazione prima di attraversare.

36

Lesioni da trauma

Sicuramente il rischio più frequente e che, nella quasi totalità dei casi, provoca delle ripercussioni fisiche, è la caduta dalla bicicletta. Le cadute possono essere provocate da molteplici fattori, scontri con altri mezzi, attraversamenti pericolosi, condizioni atmosferiche non favorevoli come: pioggia, neve o eccessivo calore, e molto importanti sono anche le condizioni del manto stradale. In effetti, il rischio di subire incidenti e cadute aumenta se la strada è sdrucciolevole. Tutte queste condizioni che favoriscono i traumi possono provocare dei danni e delle lesioni al corpo. Oltre alle cadute, le lesioni da trauma possono essere provocate anche da posizioni scorrette in sella o anche da una errata esecuzione dell'esercizio di ciclismo.

Continua la lettura
46

Alterazioni posturali

Le cadute possono anche provocare delle alterazioni posturali che possono riguardare l'errata assialità degli arti o della schiena che in linea di massima si manifestano con dolori articolari e lombosciatalgie. Queste alterazioni possono essere trattate con ginnastica correttiva e posturale, stretching che aiutano a ridurre le situazioni dolorose.

56

Infortuni della zona inferiore del corpo

La maggior parte degli infortuni in bici spesso ha delle ripercussioni che riguardano soprattutto la zona lombo-sacrale e pelvica e sono provocati da cadute violente o da scontri con altri veicoli o anche con altre bici stesse. Un'altra zona frequentemente colpita dagli infortuni è l'articolazione del ginocchio che oltre ad essere provocata dalle cadute e dagli incidenti, può anche essere causata dal movimento ripetitivo della pedalata o anche da scorrette posture. In ogni caso lo stretching è di grande aiuto sia per alleviare i dolori che per riscaldare la muscolatura prima dell'esercizio.

66

Fratture e lussazioni della parte superiore del corpo

Incluse nella lista degli infortuni secondari a cadute e traumi sono le fratture e le lussazioni della parte superiore del corpo, soprattutto quelle riguardanti le clavicole, la zona dorsale della colonna vertebrale, i gomiti, gli avambracci e la mano (soprattutto il pollice). Tutte queste zone sono colpite quasi esclusivamente in seguito a incidenti e cadute anche violente. Chiaramente per evitare i vari traumi, è necessario adottare delle misure preventive che possono riguardare sia la corretta postura durante l'esercizio, sia l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale come caschi, ginocchiere, gomitiere e polsini.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

10 cose sbagliate da non fare in bicicletta

Utilizzare la bicicletta al posto dell'auto e del motorino è sicuramente una scelta ecologica e salutare. Tuttavia spesso ci si dimentica che anche in bici occorre tenere il giusto comportamento. Altrimenti può diventare pericoloso per noi e anche per...
Fitness

Come andare in bici d'estate

L'estate toglie il torpore autunnale ed invernale e riporta alla vita. Infatti, come gli alberi ed alcuni animali anche le persone si risvegliano dal letargo ed amano cimentarsi in attività ricreative e sportive: mare, nuoto, tennis, passeggiate in...
Fitness

7 sport per dimagrire in fretta

Per perdere peso è necessaria una corretta alimentazione dove, in ogni caso, non devono mai mancare i nutrimenti essenziali: carboidrati, proteine, vitamine ed anche grassi spesso demonizzati.Ovviamente si deve trattare di grassi buoni, uno su tutti...
Fitness

Come scegliere un tatami per allenarsi nel judo

Il tatami è indispensabile per chi pratica il Judo. Il tatami è il supporto ideale per attutire le cadute e per agevolare gli spostamenti e i movimenti del Judo, morbido e rigido contemporaneamente. Il tatami è la tipica stuoia giapponese che, accoppiata...
Fitness

Come bruciare grassi andando in bici

Siete a dieta? Vorreste perdere peso o solo bruciare quei grassi in eccesso che così poco vi piacciono? Come tutti ormai sappiamo per ottenere tutto ciò non basta soltanto sostenere un durissimo regime alimentare. Per fare sì che il nostro fisico elimini...
Fitness

Come tenersi in forma con la bicicletta

La bicicletta è senza dubbio lo svago ideale che consente a tutti, giovani e meno giovani, di stare bene e di mantenere una buona forma fisica. Pedalando si può fuggire dalle città congestionate dal traffico e ci si può godere la natura. Non dimentichiamo,...
Fitness

Come allenarsi nel triathlon sprint

In questa guida vi spiegherò brevemente come allenarsi nel triathlon sprint in tre semplici passaggi. Per il triathlon sprint avrete bisogno di alcune attrezzature di base. Questa apparecchiatura non è costosa e puoi prenderla in prestito per risparmiare...
Fitness

Mal di gambe: stretching per alleviarlo

Praticare attività fisica, a qualunque livello, o anche semplicemente camminare a lungo o indossare scarpe non comode può provocare mal di gambe. Per alleviarlo non è necessario rivolgersi a un fisioterapista, basta ricorrere ad alcune piccole accortezze,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.