i migliori incensi per la meditazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La tradizione vuole che l'incenso sia strettamente legato al mondo della meditazione, sia per le sue antiche origini orientali (sebbene la sua nascita possa essere datata nell'antico Egitto, la sua diffusione, tuttavia, ha trovato terreno fertile in Cina), che per le sue proprietà rilassanti e persino un po' mistiche, in grado di alterare gli stati di coscienza, o quanto meno predisporne il corpo affinché ciò avvenga. Proprio per questi motivi, dunque, il mondo della meditazione e delle discipline ad esso legate, primo fra tutte lo yoga, vedono nell'incenso un ottimo alleato, poiché capace di rallentare il battito cardiaco, di rilassare i muscoli ed alleviare ansia e depressione. Oggi gli incensi sono molto più pratici rispetto ad una volta, quando si dovevano bruciare direttamente resine e radici, perché formati da semplici bastoncini aromatizzati grazie all'utilizzo di svariate essenze naturali, ognuna con caratteristiche precise. Ma andiamo a vedere quali sono i migliori incensi per la meditazione, quelli, cioè, maggiormente in grado di aiutare il corpo, tramite i sensi, in questa difficile procedura.

26

Bergamotto

Fra le essenze più diffuse per gli incensi da meditazione, troviamo il bergamotto. La sua fragranza si presenta fresca ed agrumata. È un vero toccasana per chi ha i nervi a fior di pelle o desidera scrollarsi di dosso ansie e preoccupazioni. Il bergamotto, infatti, ha la capacità di agire sul sistema nervoso contrastando disturbi psicologici, come la depressione, e facilitando quindi lo stato meditativo. Bruciare un bastoncino d'incenso all'olio essenziale di bergamotto sarà di notevole aiuto anche per la concentrazione e per combattere l'indigestione di natura nervosa.

36

Sandalo

Il legno di sandalo è tra i più antichi utilizzati per raggiungere la calma interiore e contrastare l'agitazione. Trova largo impiego nell'aromaterapia ed apporta notevoli benefici generali sia al corpo che alla mente, essendo dotato anche di numerose proprietà curative. Chi desidera raggiungere stati di profonda concentrazione, chiarezza mentale e persino di sogni lucidi, potrà bruciare un bastoncino d'incenso al legno di sandalo ed iniziare a giovare di tutti i suoi benefici.

Continua la lettura
46

Vaniglia

Personalmente il mio aroma preferito, specie per il suo profumo dolce e penetrante. La vaniglia concilia il sonno ed il riposo, poiché è un ottimo rilassante ed ha anche blande proprietà sedative. Riesce, inoltre, a diminuire la pressione sanguigna con un conseguente rilassamento fisico e mentale. Ideale anche per chi soffre d'insonnia per favorire il sonno. Adatto per la meditazione a scopo estremamente rilassante, ma attenzione a non addormentarvi!

56

Legno di cedro

Non vogliamo illudervi dicendovi che riceverete un'illuminazione solo bruciando un bastoncino d'incenso al legno di cedro, ma di certo vi aiuterà moltissimo. Questa essenza, infatti, è molto utilizzata nella meditazione orientale per concentrare la mente sul proprio io interiore. Sarà in grado, infatti, di aiutarvi a percepire meglio la vostra natura e riequilibrare la vostra mente. Ideale, quindi, se la meditazione sarà volta all'autoanalisi, specie per superare traumi o blocchi mentali.

66

Neroli

Un po' come il legno di cedro, anche il Neroli è un'ottima essenza per favorire il lavoro su se stessi, per affrontare le proprie paure e per incentrare la meditazione sull'analisi del proprio percorso spirituale già intrapreso o da intraprendere. Pare fosse usato, già nell'antichità, da sciamani e stregoni naturalisti, vista la sua capacità di stimolare la creatività e l'ispirazione, oltre a stati di coscienza alterati e apertura del cosiddetto "terzo occhio". Ottimo incenso per meditare e molto piacevole all'olfatto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Tecniche di meditazione e rilassamento

La meditazione è una tecnica di concentrazione della mente e che è molto gettonata, apprezzata ed utilizzata in Occidente. Tale tecnica ha lo scopo di fornire rilassamento sia fisico che mentale. Di metodi di meditazione e rilassamento ve ne sono molte...
Psicologia

I benefici della meditazione camminata

La meditazione camminata è un metodo alternativo per conoscere meglio se stessi. Si tratta di una disciplina che coinvolge insieme mente e corpo. L'ideatore, Thich Nhat Hanh, ne evidenzia gli aspetti positivi, tra cui la consapevolezza ed il miglioramento...
Psicologia

Come rigenerarsi con la meditazione

Per raggiungere l'equilibrio interiore e alimentare il corpo di energia positiva. Nasce dalla consapevolezza che il corpo è in grado di guarire se stesso più di quanto si creda. La meditazione è alla portata di tutti e non è difficile da praticare;...
Psicologia

Come iniziare la meditazione zen

Srcondo diverse fonti la meditazione Zen è un tipo di meditazione ascrivibile al Buddismo giapponese. Per quanto attiene l'etimologia della parola Zen, questa deriva dal termine Zazen, dove "za" significa "da seduti", mentre Zen significa " contemplazione"....
Psicologia

I vari tipi di meditazione in Giappone

L'arte di meditare viene utilizzata per sentirsi bene con se stessi. Le origini sono orientali e vari tipi di meditazione derivano dal Giappone. L'approccio a questo tipo di disciplina riscuote molto successo e viene riconosciuta anche in occidente. La...
Psicologia

Come praticare la meditazione camminata

Sin dalle antichità Siddharta Gautama, conosciuto come Buddha o anche l'illuminato, studiava come praticare le tecniche di meditazione. Vi sono, infatti, 3 tecniche di meditazione da fare: da seduti, sdraiati e perfino alzati. Egli stesso, compiva viaggi...
Fitness

Tutti i benefici della meditazione

Quante volte nel corso dell'anno vivete dei periodi di forte stress e avete avuto voglia di staccare completamente la spina da tutto e tutti? Purtroppo, nell'era frenetica in cui viviamo, siamo costretti ad andare sempre di corsa e a far fronte ad una...
Psicologia

Meditazione per il quarto chakra

Il quarto chakra è situato nel cuore e quindi coinvolge per intero l'area dei sentimenti. Il blocco del quarto chakra dunque potrà essere causa di problemi emotivi e di relazione, non solo con il proprio partner, ma anche con il prossimo. La meditazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.