Esercizio: corretta esecuzione del Pulley Basso

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Pulley Basso molto utilizzato in palestra; è un esercizio molto completo, che riesce ad allenare in toto la maggior parte dei muscoli; specialmente il romboide, il grande dorsale e il trapezio. Questa pratica tuttavia necessita di un'attenta supervisione da parte di un esterno. Per questo per uno svolgimento completo di questo esercizio è altamente consigliata la presenza di un personal trainer molto esperto, che ci illustri molto chiaramente, e in pratica lo svolgimento completo dell'esercizio. In questa guida spiegheremo nel modo più esauriente possibile come fare una corretta e completa esecuzione di questo esercizio.

27

Occorrente

  • La macchina per il pulley basso e un buon allenatore.
37

Trovare la posizione giusta

Per una corretta esecuzione del pulley basso bisogna assumere la giusta posizione. Innanzitutto bisogna sedersi in posizione frontale, con la schiena piatta e gli occhi rivolti verso la macchina. Afferrare l'attrezzo con due mani in una presa sicura e decisa. Sistemare i piedi sulle apposite piastre e tenere dritta la schiena. Il corpo deve avere un angolo di 90°. Il collo, allo stesso modo, deve essere dritto.
Bisogna fare molta attenzione a questi accorgimenti per evitare traumi, nel caso ce ne sia bisogno cerca sempre di chiedere aiuto al momento del bisogno al tuo personal trainer.

47

Durante esercizio

A questo punto porta l'attrezzo verso la regione addominale. Ti verrà naturale andare un pochino indietro con il tronco. Cerca di limitare questo movimento al minimo indispensabile, oscillando di pochissimo oltre l'angolo di 90°. Ad ogni modo, non devi MAI incurvare la schiena o il collo durante tutta la durata dell'esercizio.
Guarda sempre davanti, con gli occhi rivolti verso la macchina.
Per migliorare la prestazione ed eseguire in modo corretto l'esercizio è necessaria una corretta respirazione durante gli esercizi. Durante lo sforzo, cioè quando si effettua la trazione, occorre espirare, cioè buttare fuori l'aria ed inspirare durante la fase di scarico dell'esercizio. Questo metodo funziona molto bene, anche se inizialmente un principiante troverà questa pratica come una ulteriore fatica che potrebbe confonderlo. Ma, in verità, eseguire una corretta respirazione presuppone una buona dose di concentrazione e richiama l'attenzione dell'atleta a ciò che sta facendo.

Continua la lettura
57

Completamento esercizio

Completata la trazione (passo 2), stendi i gomiti lentamente e inclina leggermente il tronco in avanti, scendendo di poco sotto i 90° della posizione di riposo, senza curvare la colonna vertebrale.
Inspira in questa fase per poi espirare durante la fase di trazione. Ripeti in seguito la trazione seguendo le istruzioni del tuo allenatore.

67

Ultime indicazioni

Come ultime direttive, è fondamentale avere un esercizio costante affinché si notino dei risultati. L'esercizio solitamente lo si suddivide in tre serie da dodici, cioè in una serie il movimento si ripete dodici volte, e la serie va svolta tre volte, alternandola con un minuto di pausa per far recuperare i muscoli; esercizio può essere suddiviso in maniera diversa anche dal tipo di allenamento fatto dal personal trainer. Fondamentale è la presenza di qualcuno esperto per le prime volte che si va ad affrontare questo esercizio, nonostante non sembri complicati, questo in realtà lo è, sopratutto perché va a incidere sui muscoli della schiena, molto delicati, per questo all'inizio sopratutto, è meglio non esagerare col peso, almeno finché non si sarà imparato alla perfezione esercizio.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione a non esagerare con il peso. L'importante è eseguire per bene l'esercizio e le indicazioni del tuo personal trainer.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come aumentare la larghezza delle spalle

Solitamente, per riuscire ad ottenere un aspetto fisico molto armonico e abbastanza attraente, sarà necessario che tutto il sistema muscolare venga sviluppato nella stessa misura: alcune volte, potrebbe succedere che lo sviluppo di alcuni muscoli vi...
Fitness

Come allenare la schiena in palestra

In questo articolo vedremo come allenare la schiena in palestra. Se volete chiaramente evitare dolori tenendovi in forma, sarà bene fare un po' di esercizi fisici. In seguito vi descriveremo tre esercizi che potrete fare in palestra in modo da allenare...
Fitness

Come eseguire un allenamento di attivazione in palestra

In una qualsiasi palestra, vengono eseguite varie tipologie di allenamento sportivo, allo scopo di ottenere risultati soddisfacenti diversi tra loro, a seconda delle necessità personali e dei propri desideri: prima di compilare determinate schede di...
Fitness

Come sviluppare i gruppi muscolari più difficili

Tutti i culturisti naturali sanno che esistono gruppi muscolari che mostrano una notevole reticenza alla crescita, sebbene vengano allenati regolarmente e con varie tecniche diverse. Si tratta, in primis, dei polpacci, già perennemente stimolati e quindi...
Fitness

Come allenarsi salendo corda e pertica

All'interno di questa guida andremo a occuparci di allenamento. Nello specifico caso che tratteremo ora, all'interno di questi cinque brevi passi che seguiranno, ci concentreremo su come allenarsi salendo corda e pertica.La corda e la pertica sono state...
Fitness

Come allenare al meglio i bicipiti

Come ogni altra parte del corpo richiedono un'attenzione specifica, che consente di ottenere i risultati sperati. Naturalmente, impegnandoti da sola ad effettuare questo specifico ed importante tipo di allenamento non solo avrai la possibilità di conoscere...
Fitness

5 ragioni per affidarsi ad un personal trainer

Se si prende la decisione di voler rimodellare il proprio corpo e perdere quei chili di troppo che proprio non vogliono sapere di andarsene, allora l'ideale è iscriversi in una buona palestra e seguire con costanza gli allenamenti. Naturalmente anche...
Fitness

5 motivi per scegliere un wedding personal trainer

Sposarsi si sa è un giorno importantissimo che arriva una sola volta nella vita e in questo giorno, bisogna sempre farsi trovare in perfetta forma. Sia una futura sposa che un futuro sposo, devono necessariamente presentarsi per il giorno delle nozze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.