Corsa su strada: 10 accorgimenti per correre in sicurezza

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La corsa su strada è un'attività sempre più amata nel nostro Paese, che vede partecipi persone di tutte le età. Ci sono però accorgimenti importanti, che è utile tenere bene a mente, in modo tale da poter correre nella maggiore sicurezza possibile. Di seguito sono elencati dieci punti fondamentali, che potranno giovare a chi desidera incominciare questa attività o intende approfondire il tema della sicurezza su strada.

211

L'abbigliamento: una questione di benessere

Partiamo dal principio. È importante indossare indumenti ben visibili, a prescindere dai catarifrangenti, così da aumentare la percezione dei guidatori. Detto questo, bisogna adattare il proprio abbigliamento alla stagione in corso. Non si tratta di una banalità, dal momento che da questa scelta dipende anche l'efficacia dell'allenamento. In generale, si deve tenere conto del fatto che correndo il corpo si riscalda e che deve essere in grado di disperdere il calore accumulato. Da ciò si deduce che è meglio vestire indumenti che permettano la traspirazione (no k-way). Si tratta in un certo senso di una questione di benessere fisico. Altri esempi possono essere l'utilizzo di cappelli o fasce termiche in inverno, così da evitare spiacevoli malesseri. Infine, le scarpe sono di importanza fondamentale: per la sicurezza del piede è sempre consigliabile l'utilizzo di scarpe pensate appositamente per la corsa su strada.

311

Luci e visibilità

Negli ultimi due decenni sono fiorite le norme comunali e nazionali per garantire la sicurezza dei podisti e dei ciclisti. In termini generali si può dire che più si è visibili più si sarà al sicuro. Le condizioni in cui le luci risultano imprescindibili sono di notte, di sera o all’alba, così come nelle giornate di nebbia e precipitazioni. La soluzione si trova nei classici giubbotti catarifrangenti (o in generale in indumenti in grado di riflettere la luce) e nei dispositivi luminosi a intermittenza che si utilizzano anche per le biciclette. In aggiunta a questi strumenti, ci si può munire di una piccola luce frontale, così da migliorare anche la nostra capacità di individuare gli ostacoli o i pericoli.

Continua la lettura
411

Sfruttare le aree pedonali

Tenuto conto dell’abbigliamento e della visibilità, sarà il caso di scegliere il percorso più opportuno. Considerato il crescente interesse per la corsa su strada, sempre più comuni stanno ampliando le proprie aree pedonali. Talvolta nascono dei veri e propri itinerari, che attraversano città e aree verdi, e che sarà bene sfruttare al meglio. La corsa in queste zone permette di evitare il contatto con i veicoli, favorendo la sicurezza. Scegliere di correre su aree pedonali significa inoltre evitare di dover affrontare incroci e rotatorie, spesso pericolose, e che è sempre corretto non tagliare.

511

Il senso di marcia

Non sempre però si ha la possibilità di correre su aree pedonali, per questo è utile – nei limiti del possibile – correre in senso contrario al senso di marcia delle macchine. Questo accorgimento consente di avere la visuale diretta dei veicoli che vengono incontro, in modo tale da poter schivare eventuali guidatori poco attenti. Se possibile è preferibile correre sul marciapiede: in ogni caso è bene non esporsi troppo sulla carreggiata.

611

Conoscere la zona circostante

Non sempre si è soliti correre nel proprio quartiere; talvolta può capitare di trovarsi in altri luoghi, sia per vacanza che per desiderio di cambiare l’ambiente di allenamento. In questo caso si controlla una mappa (cartacea o digitale) e si traccia un percorso ideale, tenendo conto delle proprie capacità e delle condizioni stradali (almeno presunte). Prima di iniziare la corsa si individuano dei punti strategici, per potersi orientare durante la corsa senza interruzioni. Vale anche la pena considerare la vicinanza di un ospedale o di una stazione di polizia, nell’eventualità di una qualche emergenza.

711

Avvisare gli altri

Sia che si corra nel proprio quartiere, sia che ci si trovi fuori città, è fondamentale avvisare almeno un’altra persona della nostra assenza. Basterà comunicare l’area in cui si svolgerà la corsa, precisando il limite massimo di tempo per il ritorno. È preferibile non lasciare a casa il proprio telefono, in quanto il GPS sarà in grado di segnalare la posizione nell’eventualità di un qualunque incidente.

811

Regolare la musica

La musica è in grado di offrire uno stimolo non indifferente nell’affrontare la fatica. Essa è da un lato una sorta di “compagnia”, dall’altro però una forte distrazione. Se si utilizzano le cuffie, il pericolo è di non sentire i suoni circostanti (sirene, clacson, campanelli, voci), per questo è necessario regolare il suono della musica in modo da percepirli. Inoltre vale la pena riconsiderare il valore del silenzio (in zone non trafficate o poco popolate), spesso in grado di incentivare la concentrazione e la motivazione nella corsa.

911

Evitare le zone pericolose

Per esempio, si possono trovare quartieri con un’alta presenza di cani randagi o semplicemente lasciati liberi dai padroni. L’ideale sarebbe evitare quella parte della città, ma talvolta sono i pericoli a trovare le persone. Nel caso appena citato, quando uno o più cani notano una persona in corsa, il loro istinto li porta a vederli come una preda o un potenziale pericolo. Per questo ci si deve fermare lentamente, limitando al minimo i gesti e non fissandoli negli occhi. Se i cani rimangono al loro posto basterà allontanarsi con calma, altrimenti è necessario gridare e gesticolare (anche l’utilizzo di un fischietto può essere utile, se non altro per chiedere aiuto). Se nemmeno questo sortisce alcun effetto, è meglio allontanarsi il più velocemente possibile. Infine, le zone pericolose sono anche quelle troppo trafficate o – al contrario – deserte: si raccomanda quindi di tracciare un percorso mentale, ragionato anche in base a queste possibilità.

1011

La salute al primo posto

La sicurezza nella corsa su strada riguarda anche e soprattutto la conoscenza dei propri limiti fisici. Questa attività deve essere praticata senza sforzare all’eccesso l’organismo, perché il rischio è quello di avere malori o un calo dell’attenzione, peraltro in un contesto – quello stradale – tutt’altro che sicuro. L’importante è quindi allenarsi con gradualità, anche per evitare spiacevoli infortuni, dando il giusto peso anche alle pause, utili per riprendere fiato e per assumere un po’ di liquidi.

1111

Stare in compagnia

La corsa su strada può rivelarsi un’attività faticosa e forse snervante al principio. Per questo motivo l’ideale sarebbe poter correre in almeno due persone, così da sostenersi e da avere uno stimolo in più per fare meglio. Al contrario – è meglio precisarlo – si dovranno evitare gruppi troppo numerosi, in cui ognuno ha i propri ritmi ed obiettivi. Per concludere, correre in compagnia diviene un fattore di maggiore sicurezza, dal momento che si può contare sul sostegno immediato dell'altra persona.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Zen: 10 consigli per vivere felici

Lo zen è una dottrina il cui messaggio ci riporta alla realtà e ci trasmette la verità al di fuori di ogni scrittura. L'oggetto esclusivo di ogni meditazione è l'anima con la quale l'uomo raggiunge il suo stato di illuminazione. Ciò è favorito soprattutto...
Alimentazione

Come rinunciare ai dolci

Con l'arrivo dell'estate, si sta avvicinando anche la temutissima prova costume! Se si è golosi (o si è soliti consumare cibo ipercalorico) iniziare a mettersi in forma è senz'altro un grosso problema dovendo rinunciare al proprio alimento preferito....
Salute

5 consigli per evitare le allergie in primavera

La primavera è probabilmente la stagione più attesa dell'anno: le giornate si allungano e le temperature iniziano a riscaldarsi, offrendoci la possibilità di uscire da casa e vivere la natura che meravigliosamente rinasce.Purtroppo per chi soffre di...
Psicologia

Le 10 regole della seduzione

La seduzione efficace si basa su tecniche d'approccio tutt'altro che macchinose ed artificiose. È un gioco leggero, di provocazioni e mosse implicite. Un tira e molla tra predatore e preda. Non conosce ansia da prestazione, ma spensieratezza e divertimento....
Alimentazione

Guida agli alimenti ricchi di istamina

L'istamina è una sostanza che l'organismo rilascia in modo naturale tramite granulociti basofili e mastociti, quando il nostro corpo viene a contatto con una sostanza allergizzante. Se mangiamo un cibo a cui siamo allergici, le cellule che abbiamo menzionate,...
Salute

10 motivi per cui é importante fare l'autoesame al seno

La prevenzione è il miglior modo di allontanare i rischi di malattie. Gli uomini come le donne dovrebbero mantenere il proprio corpo sempre sotto controllo medico, ma le donne in particolare devono ricordare di non dimenticare di prendersi cura del proprio...
Rimedi Naturali

Come dimagrire in modo naturale con il decotto d’erbe

La linea e la forma fisica, sono ambizione di molte persone, sia donne che molti uomini. Mantenere il proprio peso forma però, non è assolutamente una cosa che rimane semplice a tutti, molti tendono a mangiare in modo non consono, a svolgere scarsa...
Alimentazione

I migliori sciroppi di fiori

Fra tutte le stagioni, quella più indicata per la raccolta e la preparazione di sciroppi a base di fiori è sicuramente la primavera. È appunto in questo periodo dell'anno che la natura ci offre il meglio di se. Numerose sono le ricette da prendere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.