Consigli su come fare coming out

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le scelte sessuali spesso ci impongono a identificarci in una o più categorie sociali e quando queste scelte sono meno convenzionali di altre, ci si nasconde e ci si chiude in se stessi. Vivere la propria affettività nascosta per troppo tempo è difficile, depersonalizzante e terribilmente faticoso. L'essere accettati per chi realmente si è, è sempre la chiave per stare meglio con se stessi.
Vogliamo in questa guida darvi alcuni consigli per consigli su come fare coming out e affrontare questo piccolo percorso senza tensioni e stress.

24

La società

Fare Coming out della propria omosessualità non significa esporre agli altri il proprio lato sessuale, che è e rimane strettamente personale, ma vuol dire mostrare anche il proprio lato affettivo ed emotivo. Fare coming out, dunque, significa non nascondere una parte identitaria di sé alle persone a cui si è maggiormente legati. La società in cui viviamo, soprattutto qui in Italia, è densa di persone che si fanno influenza da messaggi filtrati dalla TV. Gli omosessuali, generalmente, vengono percepiti come persone lontane dalla propria realtà, che assumono forme di stereotipi indotti in anni ed anni di indottrinamento mass-mediatico. Il primo passo da fare è quello di comprendere chi ha questi pregiudizi per sondare il terreno e comprendere se la persona accetterebbe o meno.

34

Le domande

Una volta individuate le persone a cui poterlo dire liberamente, cercate un momento ed un posto tranquillo per poter condividere questo lato di voi stessi e siate pronti a qualsiasi domanda. Le domande che vi vengono poste, potrebbero offendervi o toccare determinate corde della vostra sensibilità, ma partite dal presupposto di trovarvi una persona che sta esplorando una parte di voi stessi che non conosce, che incuriosisce. Generalmente è più facile da dire alle donne che agli uomini, perché questi ultimi si potrebbero sentirsi "colpiti" nella loro virilità. La miglior arma per rendere più "leggero" il vostro coming out, è sicuramente l'autoironia.

Continua la lettura
44

Il supporto sociale

Il supporto sociale di persone che vi vogliono bene, sono la base migliore per poter affrontare uno degli scogli generalmente più difficili: i genitori. Fare coming out con i genitori non è facile. Molti possono arrivare a negare addirittura questa parte di voi, minimizzandola ad una fase transitoria della vostra vita; altri hanno reazioni più violente. Esisono casi di ragazzi/e che son stati cacciati di casa. Molte madri, invece, lo sanno già prima che voi lo diciate. Resta comunque difficile dirlo, perché le aspettative dei genitori sono che i figli abbiano una vita con matrimonio, figli a loro volta... E il dire che si è omosessuali, infrange in qualche modo il loro sogno.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.