Come superare la paura del giudizio altrui

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

"Sii te stesso e di’ quel che pensi: chi se la prende non conta e chi conta non se la prende. ” T. Seuss. Se ognuno di noi facesse proprio e mettesse in pratica questo pensiero, non esisterebbe in nessuno il timore di sentirsi giudicato dagli altri, perché la paura del giudizio altrui è uno dei freni più duri da superare. Molte persone sono condizionate nelle loro scelte da questa ragione ed a volte questa sensazione riesce perfino a bloccare le loro azioni, costringendole nel limbo dell'eterna indecisione. Si tratta di un limite gravissimo, dal quale bisogna assolutamente liberarsi, per essere finalmente in grado di prendere delle decisioni autonomamente, indipendentemente dal fatto che la propria scelta possa essere giusta o sbagliata. Ecco come superare la paura del giudizio altrui.

27

Occorrente

  • Volontà di essere se stessi.
37

Il tempo

Solo il tempo, infatti ci può dare la prova che abbiamo agito bene o male e poche saranno le persone che ci verranno in aiuto se abbiamo scelto la strada sbagliata, anzi molte saranno pronte a giudicare, con il senno di poi, il nostro modo di comportarci e talvolta anche a deriderci. Per superare la paura del giudizio degli altri, dovremmo innanzi tutto credere in noi stessi. Nessuno è superiore a noi, come noi non dobbiamo sentirci migliori degli altri. Ognuno ha la sua storia ed il suo vissuto e nessuna persona, per quanto amica o parente che sia, può arrogarsi il diritto di sindacare le nostre scelte. Inoltre, anche se sono sbagliate, noi dobbiamo capire che è stato un insieme di ragionamenti e di esperienze che ci hanno portato alla decisione finale e dobbiamo essere in grado di addossarci la responsabilità delle nostre azioni.

47

Gli errori

Tutti possiamo sbagliare, anche gli altri, e spesso chi si ritiene impeccabile è la persona che sbaglia di più. A volte si sceglie con la ragione, altre con l'istinto o con il cuore, ma solo noi possiamo sapere quello che ci è più congeniale. Certamente un consiglio lo si può cercare, specialmente da persone fidate, che abbiano vissuto le medesime esperienze, ma dobbiamo ricordare che ogni situazione è diversa da un'altra e diverse sono le persone che le stanno vivendo. Qualsiasi sia il nostro modo di agire, non sarà mai perfetto per tutti e ci sarà sempre qualcuno che avrà da ridire: quindi perché lasciarsi influenzare? Se ascoltiamo mille pareri, difficilmente ne troveremo molti di uguali. Dobbiamo poi tenere conto che è importante voler bene a se stessi, se si vuole occupare il proprio posto nella società; vivere nell'ombra non porta altro che a fare inutilmente del male alla propria persona. L'autostima è una dote preziosa, da coltivare: meglio sbagliare con la propria testa che con quella altrui. Se per ogni nostra decisione infatti cerchiamo l'approvazione altrui, rischieremo di vivere mettendo le esigenze degli altri e calpestando noi stessi.

Continua la lettura
57

L'amore


Infine dobbiamo anche considerare che non tutti ci amano: ci sono amici che agiscono per il nostro bene, ma purtroppo esistono anche persone che godono perversamente degli sbagli altrui, quasi a giustificare i propri. Chi tiene veramente a noi, ci accetta per quello che siamo, con i nostri pregi ed i nostri difetti, ed è pronto a consigliarci ed a stare al nostro fianco quando siamo in un momento critico, ma sicuramente il gesto d'amore più grande che avrà nei nostri confronti sarà nel momento in cui ci lascerà la libertà di scegliere.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bisogna imparare a coltivare l'autostima: ognuno di noi è unico ed insostituibile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come interpretare il linguaggio del volto

Capita a volte di vedere sul volto di qualcuno con cui si comunica, una smorfia o degli atteggiamenti un po' strani che ci fanno risflettere. Questo capita perché la comunicazione non verbale arriva prima rispetto alle parole e il più delle volte sono...
Psicologia

10 regole per essere felici

"La felicità non è avere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha". Così cita il celebre aforisma di Oscar Wilde, e in effetti la felicità ha molto a che fare con noi stessi. Per quanto la si cerchi, è impossibile trovarla fuori, bisogna...
Psicologia

Come migliorare i rapporti tra colleghi

Il lavoro costituisce una parte fondamentale nella vita di una persona. Tuttavia può essere fonte di malessere a causa spesso del difficile rapporto con i colleghi di lavoro. Relazionarsi con gli altri, in ambiente lavorativo, può risultare difficile...
Psicologia

Come non avere paura di decidere

Molte persone di fronte a un bivio non sanno che strada prendere. Ogni scelta infatti sarà sicuramente giudicata, apprezzata o criticata. Ed è proprio dal giudizio degli altri che nasce la paura di assumere una posizione, non solo quindi le aspettative...
Psicologia

Come vivere sereni

La vita moderna è frenetica e in continuo movimento. Tutto cambia velocemente e dobbiamo adattarci a nuove situazioni. La famiglia, il lavoro e la società ci mettono di fronte a tante sfide. Vivere sereni diventa, perciò un desiderio prezioso più...
Psicologia

Come aumentare la forza di volontà

La forza di volontà è quel fattore che, radicato nell'originario istinto di sopravvivenza, ci consente di organizzare e completare le nostre azioni al fine di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi. È indispensabile per coronare i nostri sogni...
Psicologia

Come ritrovare la fiducia in se stessi

I periodi difficili, un po' bui, capitano anche alle persone più ottimiste. In questi momenti, di breve o lunga durata, l'autostima cala a picco, con conseguenze sull'equilibrio interiore. Perdere la fiducia in se stessi rende psicologicamente deboli....
Psicologia

Come imparare a dire di "No"

Una delle cose più affascinanti degli esseri umani è sicuramente il fatto che, ognuno, possiede una propria psiche che è spesso totalmente diversa da altre, o magari cambia solo per poche sfumature. Ci sono persone iraconde, persone più calme, ma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.