Come massaggiare la schiena

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Un buon massaggio della schiena è una delle esperienze più belle e rilassanti della vita. Può essere così efficace nell'alleviare lo stress che a volte le persone piangono di sollievo quando, con una combinazione di movimenti ritmati e di pressioni nei punti giusti, nodi e tensioni muscolari si sciolgono. A volte dopo periodo molto stressante, situazioni pesanti e quanto altro se ne avverte proprio l'esigenza, ma ricordatevi bene di rivolgervi ad una persona competente. È importante un ambiente caldo perché una temperatura fredda provoca una certa tensione ai muscoli. Farebbe bene un po' di musica per poter rilassare il cliente e delle candele aromatizzate rendere tranquillo l'ambiente. Vediamo insieme a tal proposito come massaggiare la schiena.

27

Occorrente

  • Olio per massaggi
37

Innanzitutto fate bene attenzione alle posizioni che assumerete. Il tutto dovrà avvenire con cura. Inginocchiatevi vicino alla testa della persona che massaggerete e appoggiate i polsi alla base della zona lombare. Eseguite un movimento di compressione con i polsi, piegandovi in avanti con le braccia tese ed esercitando una pressione decisa per circa dieci secondi. Rilassate lungo il dorso effettuando una serie di compressioni con i polsi a mani alterne. Evitate la zona dei reni. Arrivati all'altezza delle spalle, fate scivolare le mani fino a raggiungere i glutei. Ripetete il movimento per almeno tre volte, terminando la sequenza nella parte superiore della schiena. Eseguite tre volte lo sfioramento lungo e leggero lungo la schiena, ricordandovi di tenere le dita unite.

47

Al termine del terzo movimento verso il basso, mantenete le mani in posizione sulla zona lombare. Eseguite uno sfioramento a ventaglio, risalendo tre volte lungo la schiena fino alle spalle. Ricordatevi che questo movimento allunga i muscoli del dorso e ai lati del tronco. Mantenete il contatto passando una mano sul corpo mentre vi spostate a fianco della persona. Allungatevi in avanti per eseguire lo sfioramento mano su mano, tirando la pelle verso di voi con una moderata pressione. Ripetete tre volte, salendo fino al braccio e ridiscendendo. Poi spostate le mani verso le spalle. Eseguite I'impastamento con due mani nella zona delle spalle. Afferrate e strizzate i tessuti prima con una mano, poi con l'altra. La manipolazione è delicata, decisa e ritmica e proseguita finché il muscolo non si rilassa del tutto.

Continua la lettura
57

Riducete un po' la pressione per spostarvi sul fianco e proseguire I'impastamento con due mani. Lavorate su questa zona con una certa intensità, muovendo le mani su e giù lungo il fianco per almeno un minuto a un ritmo costante. Spostatevi verso il basso ed eseguite I'impastamento con due mani allo stesso ritmo. Poi, mantenendo il contatto con il corpo, fate scivolare la mano sulla parte superiore della schiena per iniziare la manovra di scollamento con il pollice. Appoggiate la mano sinistra sulla regione lombare e con la destra eseguite lo scollamento con il pollice sui muscoli del lato della colonna più lontano da voi. Ripetete diverse volte, facendo scivolare lentamente il pollice e mantenendo una pressione ferma e costante. Piegate il gomito e girate il polso verso l'interno. Eseguite lo sfioramento a ventaglio con gli avambracci in direzione del fianco più lontano da voi. Ripetete quattro o sei volte, scendendo lungo la schiena ed esercitando una moderata pressione per 'stirare' i muscoli stressati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È importante un ambiente caldo perché una temperatura fredda provoca una certa tensione ai muscoli.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sessualità

Come fare un massaggio erotico sulla schiena

Il massaggio è una delle tecniche più facili per sentirsi rilassati ed è una cosa che possiamo fare usando solo le nostre mani.Tramite il tocco, lo sfioramento e la pressione che può essere più o meno intensa, possiamo regalarci sensazioni piacevoli...
Fitness

Come fare un massaggio alle braccia con olio di pino

Il massaggio è una tecnica che se eseguita in modo corretto, può consentire alla muscolatura del nostro corpo di trarre dei benefici davvero notevoli. L'azione rilassante di un massaggio, si completa tuttavia se si utilizzano degli oli essenziali appropriati....
Fitness

Come massaggiare gambe gonfie

Durante la giornata lavorativa, soprattutto se facciamo un lavoro sedentario, o che ci obbliga a stare fermi in una postazione, a subire tutti gli inconvenienti del caso sono le caviglie e le gambe. Lo scarso movimento porta ad una scarsa riattivazione...
Fitness

Come massaggiare i piedi stanchi

I piedi sono abbastanza importanti per tutto corpo; infatti, su di essi grava tutto il peso sia se si cammina sia che si sta in piedi. Quando si comincia ad avere dolore ai piedi ci si rende conto del problema in quanto i sintomi si riflettono fino alle...
Salute

Lavorare in piedi: massaggi post lavoro

Lavorare nobilita l'uomo, si sa già da anni ma non tutti i lavori a fine giornata lasciano spazio alla serenità. A volte si è costretti a fare un lavoro che non piace o che stressa particolarmente, non importa perché lavorare permette di mantenere...
Fitness

Come massaggiare i glutei

Il gluteo è un muscolo posizionato sulla parte laterale e posteriore del bacino. Esso nasce dall'anca andandosi ad inserire in quella parte del femore che è chiamata trocantere. È formato inoltre, da tre ventri muscolari: il piccolo gluteo, il medio...
Psicologia

5 modi per non soffrire il solletico

Il solletico è una reazione incontrollata e fisiologica data dallo sfioramento di zone molto sensibili alla stimolazione tattile come ad esempio la pianta dei piedi, prima fra tutte, poi fianco, ascelle. Le zone e l'intensità del solletico cambiano...
Fitness

5 esercizi con il Blackroll

Il blackroll è un attrezzo utilizzato principalmente dagli atleti professionisti. Oggi, però, si è diffuso anche tra le persone che vogliono semplicemente mantenersi in forma. Aiuta infatti a migliorare l'equilibrio, la flessibilità, la forza e la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.