Come lenire il prurito della varicella

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La varicella è una malattia altamente contagiosa causata da un virus. Il contagio avviene sia tramite contatto diretto sia per via aerea in presenza di soggetti malati. La varicella a volte si accompagna a sintomi influenzali, soprattutto nei primi giorni, ma il problema principale è il prurito che le vesciche provocano. Bisogna però evitare di grattarle, poiché questo potrebbe provocare una piccola cicatrice, lì proprio dove è localizzata la vescichetta. Non resta quindi che aspettare che l'attacco abbia fine da solo, ma si può almeno cercare di lenire il fastidiosissimo prurito. Lo scopo di questa guida è proprio quello di mostrare come poter lenire il prurito della varicella.

24

Varicella nei bambini

Le vescichette necessitano di tempo per raggiungere la loro maturazione e dar spazio a delle crosticine, le quali annunceranno la guarigione. Di conseguenza, è importante non fare esplodere le bolle, grattandosi, perché si causerebbero ferite, le quali possono infettarsi. Quindi, bisogna trovare dei rimedi lenitivi, per evitare che una malattia così comune lasci delle brutte cicatrici. Per prima cosa, se la malattia ha colpito dei bambini, non abbastanza grandi da capire questo passaggio, potrebbe essere necessario accorciare le unghie e addirittura coprire le mani con dei guanti di cotone.

34

Bagno

Un insperato sollievo potrebbe venire da un bel bagno, aggiungendo all'acqua della farina d'avena. Alcuni medici però sconsigliano l'esposizione prolungata all'acqua. Pareri discordanti si trovano anche in riferimento all'uso del talco mentolato sulle vesciche; usatissimo in passato, molti pediatri lo sconsigliano, poiché potrebbe provocare asma nei bambini e minimizzano la sua efficacia. Ovviamente esistono farmaci per i casi più intrattabili, ma è bene ricordare che il parere definitivo deve essere quello di un medico; niente "fai da te" in medicina, soprattutto se si ha a che fare con i più piccoli.

Continua la lettura
44

Prevenzione

Il miglior rimedio rimane sempre la prevenzione. Innanzitutto, è consigliabile farsi vaccinare. È importante, poi, tenere isolato il malato nel periodo di incubazione della malattia. La varicella è contagiosa da due giorni prima della comparsa delle bolle fino a che non si siano formate le croste, per un periodo complessivo che può variare dai dieci ai venti giorni.
Quindi, ricapitolando è bene cercare di resistere al prurito. Questo è il rimedio migliore onde evitare delle piccole cicatrici deturpanti, soprattutto se localizzate sul nostro viso.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come utilizzare gli oli essenziali contro il prurito

Gli oli essenziali vengono utilizzati da secoli in numerosi trattamenti naturali per quasi ogni condizione medica. In particolare, se si verifica il prurito a causa della pelle secca, delle infezioni fungine, delle punture di insetti o per determinate...
Rimedi Naturali

Come lenire il prurito

Il prurito è una sensazione sgradevole che provoca il grattarsi ed è legata ad una lieve stimolazione delle terminazioni delle fibre nervose dolorifiche superficiali, una stimolazione maggiore provoca il dolore, il prurito, perciò, può essere anche...
Rimedi Naturali

Come lenire il prurito da candida

La candida è un'infezione causata da un fungo, si manifesta principalmente a livello vaginale causando fastidio, bruciore, prurito e spiacevoli perdite bianche maleodoranti. Si può creare un fastidioso effetto ping pong per cui la candida si trasmette...
Rimedi Naturali

Come lenire il prurito intimo

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di accusare un fastidioso pulito nelle parti intime del nostro corpo. In questi dovremo necessariamente adottare dei particolari accorgimenti per riuscire a ridurre ed eliminare questo fastidio. Se è la...
Salute

Come distinguere le malattie esantematiche

Le malattie esantematiche colpiscono principalmente durante il periodo primaverile e comprendono diversi sintomi, come tosse, mal di gola e febbre alta. Oltre ad essi, vi sono altre caratteristiche che si notano quasi subito. Una di queste è l'esantema,...
Rimedi Naturali

Come lenire le punture di zanzare

Se c'è una cosa veramente odiosa dell'estate sono le zanzare. Ok la disinfestazione per le zanzare, ok i repellenti naturali e i vari modi per combattere le zanzare, ma va sempre a finire che almeno una la spunta e fa danni. In questo caso si può far...
Rimedi Naturali

Come evitare il prurito vaginale

La maggior parte delle donne che soffrono di prurito vaginale, accusano molti fastidi, per cui cercano la soluzione migliore per risolvere il problema. In commercio ci sono delle creme topiche che tuttavia a volte provocano altre reazioni, a causa di...
Rimedi Naturali

10 rimedi naturali per eliminare le cicatrici

Nel corso della vita, tutti noi ci siamo procurati cicatrici più o meno evidenti per il motivi più disparati: segni lasciati da una brutta varicella, sgradevoli tracce lasciate dall'acne che ci ha afflitti durante la nostra adolescenza, punti di sutura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.