Come indossare calze elastiche

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per problemi di circolazione, nella maggior parte dei casi, i medici consigliano l'uso di calze elastiche soprattutto per coloro che hanno ad esempio, le vene varicose o le gambe appesantite, magari per un lavoro che richiede molte ore in piedi. In questa guida, a tale proposito ci sono alcuni consigli su come indossare le calze elastiche.

24

Le calze ideali sia riposanti che terapeutiche, per dare il massimo della compressione alle gambe, non devono essere mai superiore ai 18 mmHg. In questo caso è possibile scegliere i Den direttamente senza la consultazione di un medico specialistico, poiché rimaniamo ancora nel campo cosmetico. In commercio possiamo trovare infatti calze, collant e gambaletti riposanti a 40 Den con una compressione sui 6 mmHg, ed invece a 70 Den per quella fino a 10 mmHg.

34

Le calze elastiche soprattutto quelle terapeutiche risultano spesso pesanti e difficile da indossare, a causa dello spessore e del numero eccessivo di Den. Per farlo nel miglior modo possibile e meno complicato, bisogna innanzitutto indossarle al mattino prima di alzarsi dal letto, rivoltandole fino alla punta, proprio come in genere avviene con una qualsiasi calza cosmetica, per cui bisogna inserire bene il piede e cominciare a stenderle fino al tallone. A questo punto, poco alla volta e lentamente, bisogna continuare verso l'alto, per farle aderire perfettamente anche alla caviglia. Con la stessa procedura, si arriva fino al ginocchio se si tratta di calze elastiche a gambaletti, o alla coscia per quelle a collant fino al bacino. Tuttavia quando si indossa una calza elastica, bisogna fare attenzione che la trama sia distesa e senza grinze, per evitare che dia fastidio. Se la compressione è invece molto alta, è preferibile usare del borotalco sulle gambe prima di indossarle.

Continua la lettura
44

Le calze elastiche sono piuttosto costose, per cui è importante che rimangano integre ed elastiche al punto giusto, per molto tempo. Il consiglio è quindi di averne cura sia quando si infilano o viceversa sfilandole, evitando di farle rompere con anelli oppure unghie sfaldate. Se si eseguono alla lettera le semplici istruzioni fin qui descritte, su come indossare le calze elastiche, sicuramente l'operazione risulterà molto più facile nelle volte successive. Il consiglio finale è di indossarle quando si ha abbastanza tempo a disposizione, in modo da evitare errori banali e senza innervosirsi inutilmente.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Abbigliamento per un'escursione in montagna

Che si tratti di un esperto escursionista o di un semplice appassionato di passeggiate in montagna, chiunque affronti questo tipo di attività sa bene che la scelta dell'abbigliamento è molto importante. In montagna, d'estate, il clima è poco stabile...
Salute

Come evitare le gambe gonfie se lavori in piedi

I lavori che richiedono di dovere stare parecchie ore in piedi, sono veramente tanti. Questa postura però, oltre a stancarci fisicamente comporta dei danni notevoli alla circolazione che a sua volta causa fastidi in modo particolare alle gambe che possono...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali contro i capillari sulle gambe

I capillari sulle gambe possono risultare imbarazzanti, ed in genere si verificano nella parte interna degli arti. I capillari possono essere causati da frequenti esposizioni al sole, motivi genetici, eccesso di peso e da una vita costantemente in piedi....
Fitness

Come migliorare l'elasticità delle gambe

Quando arriva l'estate, moltissime donne, ma anche uomini, vogliono avere un corpo perfetto e ben scolpito. In tanti cercano di ottenere delle gambe sicuramente più sode ed elastiche e per questo motivo sono alla costante ricerca di attrezzature, talvolta...
Salute

Come prevenire le vesciche ai piedi

Le vesciche ai piedi si formano negli strati superiori della pelle e sono delle piccole bolle di liquido. La loro comparsa è dovuta quando si verificano continui sfregamenti ai piedi, a causa delle calze o delle scarpe, ma anche alle mani, quando forzatamente...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per i piedi gonfi

Un problema che spesso affligge i lavoratori, in particolare quelli appartenenti al gentil sesso è quello dei piedi gonfi, spesso questo sintomo è accompagnato anche da un dolore lancinante. Questo disturbo può considerarsi normale se si trascorre...
Salute

Come prevenire il dolore alle gambe se si sta molto in piedi

Molti di voi sono obbligati a stare in piedi per diverse ore, specialmente per quanto riguarda l'orario lavorativo. Siete stanchi di arrivare a casa con le gambe gonfie, stanche e doloranti. Licenziarsi o la fisioterapia non sono le uniche soluzioni:...
Salute

Come affrontare valori di pressione bassa

La pressione sanguigna bassa nota anche come ipotensione si manifesta nelle arterie, e le cause non sono addebitabili ad alcune patologie specifiche per cui non c'è da preoccuparsi. Tuttavia se scende a livelli troppo bassi, può limitare la quantità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.