Come fare yoga: la posizione del cobra

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La vita odierna è sempre più frenetica ci causa spesso un forte stress. Il tempo da dedicare a se stessi diminuisce a vista d'occhio e perde sempre più qualità. Rilassarsi, fare attività fisica e riprendere possesso della propria mente e della propria sicurezza sono fasi importanti per il raggiungimento di un estremo benessere psicofisico.
Uno dei sistemi migliori per riprendere possesso del benessere è praticare lo yoga. Si tratta di una soluzione ottimale per mantenere attivo il corpo.
Con esercizi specifici per la definizione dei muscoli e la salvaguardia dei tendini, lo yoga si rivela un'eccezionale rimedio in grado di liberare la mente e fornire una gran quantità di energia positiva.
Dunque, per coloro che ricercano l'armonia tra corpo e mente praticando yoga, questa guida sarà davvero utilissima. Grazie a questi brevi passaggi, potrete apprendere come realizzare un'ottima posizione. Essa prende il nome di Bhujangasana ed è la posizione del cobra.

28

Occorrente

  • Tappetino per yoga
  • Qualche minuto di relax
38

La posizione del cobra assume tale denominazione perché ricorda la postura preliminare all'attacco che assume un cobra.
La posizione del rettile comporta un sollevamento della testa e della parte superiore del corpo, mentre il resto rimane a contatto con il suolo.
Una tecnica come questa richiede un'esecuzione piuttosto graduale, al fine di abituare i muscoli lombari al movimento ed evitare problemi di strappi (o anche dolori alle articolazioni).
Fare yoga (praticandone le principali posizioni) vi consente di conoscere meglio il vostro corpo. Potrete altresì capire come allontanare lo stress in modo efficace.

48

Per iniziare, dovete distendervi a pancia in giù con la fronte a terra. Tenendo gambe e talloni uniti, distendete le braccia lungo il corpo, purché siano aderenti alla gabbia toracica. Appoggiate inoltre le mani a terra. Dovete cercare di mantenere questa posizione, quindi restate immobili mantenendo gli occhi chiusi.
La respirazione, quando praticate lo yoga, deve avvenire in modo lento e deve essere profonda. Portate le mani dapprima poggiate a terra in linea con le spalle, spostando l'attenzione sulla colonna vertebrale. Infine distendete le gambe il più possibile.

Continua la lettura
58

Successivamente vi consiglio di provare a visualizzare una linea immaginaria che colleghi i vostri piedi alla testa. Così facendo dovreste riuscire a percepire l'allungamento di tutto il corpo. Inspirando, sollevate la testa senza effettuare movimenti bruschi. Dunque inarcate la schiena, lasciando le mani e il bacino attaccati al suolo.
Durante il movimento non dovete assolutamente aiutarvi con le braccia, poiché esse in questa fase hanno soltanto il ruolo di equilibrare la posizione.

68

Quando avrete inarcato la schiena e raggiunto la massima curva possibile, le braccia possono intervenire per fissare la posizione. Aiutatevi con queste ultime per mantenere una posizione stabile durante qualche secondo.
Cercate ora di trattenere il respiro per tre o quattro secondi di seguito. Espirando, iniziate a scendere. Fate in modo che sia sempre la schiena a controllare la discesa (e non le braccia).
Per concludere la posizione del cobra, sciogliete molto lentamente la posizione e terminate con la fase di rilassamento: vi sentirete subito meglio!

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguite ogni movimento in modo lento per evitare danni alla schiena
  • Servitevi sempre di un tappetino per yoga al fine di evitare il contatto diretto con una superficie estremamente rigida come il pavimento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Yoga: i primi esercizi per principianti

La disciplina dello Yoga, molto in voga nell'ultimo decennio in occidente, ha la particolarità di riuscire ad apportare contemporaneamente benefici fisici e psichici per chi la pratica con frequenza.La filosofia alla base dello yoga, che secondo gli...
Fitness

Yoga: come fare il saluto al sole

Il saluto al sole, Surya Namaskara, è la sequenza base più conosciuta dello yoga. Lo yoga è una disciplina fondamentale che ci insegna a rilassare tutto il corpo al fine di migliorare il nostro stato di salute fisico e mentale. Il saluto al sole va...
Fitness

Hatha Yoga: le posizioni più rilassanti

Lo Hatha Yoga nasce in India ed è la tecnica più diffusa in Occidente. La pratica regolare degli asana, con movimenti fluidi ma mai troppo faticosi, promuove l'unione, l'equilibrio e l'armonia tra corpo e mente. I benefici interessano la sfera psicofisica....
Fitness

Come iniziare a fare yoga a casa

Spesso i pressanti impegni di tutti i giorni, come il conciliare lavoro e famiglia, rendono impossibile seguire un corso di Yoga. A questo si aggiunge il fatto che gli orari dei corsi spesso non sono flessibili. La possibilità di apprendere da autodidatti...
Fitness

Guida ai benefici dello yoga

Lo yoga oggi si va affermando sempre più, costituisce uno degli strumenti più efficaci per garantire salute sia fisica che mentale. È una disciplina molto antica di origine orientale. Il significato della parola "yoga" vuol dire unione, ed indica l'unione...
Fitness

Come Eseguire La Posizione Yoga Rishi

Lo yoga rappresenta uno degli sport più in voga degli ultimi anni. Si tratta di un vero e proprio sport, o meglio di una disciplina sportiva che coinvolge non soltanto l'esercizio fisico ma anche quello mentale e spirituale. Lo yoga sta, in modo sempre...
Fitness

Come scegliere tra pilates e yoga

Pilates e Yoga sono ormai due pratiche affermate nel mondo del fitness. In quasi tutte le palestre viene praticato almeno uno dei due corsi. Nelle palestre più grandi si possono anche trovare entrambi. Spesso però non si conosce la differenza tra le...
Fitness

Yoga: le trasformazioni del corpo e della mente

Lo yoga è una disciplina millenaria di origine orientale diffusa e praticata ormai in tutto il mondo. Nonostante le diverse correnti ed i differenti stili (Hatha yoga, Bikram yoga, Ashtanga yoga e molti altri), è noto che la pratica di questa disciplina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.