Come eseguire lo stretching per gli adduttori

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Siete degli amanti della palestra? Oppure vi piace andare a correre? Se la risposta a queste domande è si, allora saprete sicuramente che prima di eseguire correttamente una sessione di allenamento è indispensabile fare un po' di riscaldamento. Allo stesso modo, dopo aver effettuato il proprio work out è indispensabile passare a una sessione di stretching, in maniera tale da allungare i diversi gruppi muscolari coinvolti durante gli esercizi. A tale proposito, attraverso i passaggi seguenti andremo a vedere come eseguire lo stretching per gli adduttori.

29

Occorrente

  • Spazio per muoversi, sedia
39

Per cominciare mettetevi in piedi di fronte ad un muretto, oppure una sbarra o una sedia: la cosa importante, durante questa face, è che la base superiore della superficie che sceglierete sia più o meno alla stessa altezza del vostro bacino. Potrebbe quindi anche trattarsi dello schienale di un divano o, in alternativa, se non trovate nulla della dimensione adatta, ponete dei rialzi sopra ad una sedia. A questo punto sollevate la gamba sinistra e appoggiate il tallone sopra al muretto. Rimanete in questa posizione per 30 secondi praticando dei respiri molto profondi. Una volta che sarà trascorso il tempo indicato, tornate nella posizione di partenza ed eseguite l'esercizio anche con l'altra gamba. Il lavoro risulterà ben eseguito se verso la fine dei 30 secondi sentirete una leggera tensione nell'interno coscia, ma ricordate che non dovrete assolutamente sentire dolore, nè durante l'esecuzione nè successivamente.

49

Per il secondo esercizio partite dalla posizione eretta, con le gambe ravvicinate: quello che dovrete fare è piegare il busto in avanti, sempre tenendo le gambe diritte. Lasciate cadere le braccia verso i piedi e provate a toccarne le punte, cercando di avvicinare la fronte alle ginocchia: se non ci riuscite non forzate e non piegate le gambe. Rimanete in questa posizione per 15 secondi, dopodiché tornate alla posizione di partenza. Man mano che le settimane passeranno, vi accorgerete che riuscirete ad arrivare sempre più in basso sino a toccare le caviglie. Questo sarà il segnale che l'esercizio è stato sempre eseguito correttamente.

Continua la lettura
59

Ora mettetevi in piedi e allargate le gambe divaricandole il più possibile, quindi piegatevi in avanti lasciando cadere braccia e testa all'ingiù e contemporaneamente cercate di toccarvi la punta dei piedi. Fin da subito dovreste sentire tirare i muscoli dell'interno coscia: mantenete questa posizione per una trentina di secondi, dopodiché ritornate nella posizione di partenza. Anche in questo caso non forzate, dovete sentire una leggera tensione, ma non dolore. Piano piano, con il tempo e il costante esercizio riuscirete ad appoggiare i palmi per terra, cosa da ritenersi assolutamente positiva.

69

Per il quarto esercizio dovrete inizialmente sedervi per terra per poi allargare le gambe quanto più possibile. Se non sentite nessuna tensione sugli adduttori significherà che non avete allargato le gambe a sufficienza, quindi prima di procedere correggete la posizione, senza però avvertire sensazioni dolorose. Adesso appoggiate le mani sul pavimento davanti a voi, distanziandole dal vostro corpo di circa 50 centimetri e rimanete in questa posizione per 20 secondi per poi risollevare il busto e avvicinare le gambe in modo tale da rilassarle.

79

Questo esercizio è una variante dello stretching che avete eseguito durante il primo passo. Quando avrete alzato la gamba, dovrete ruotare il busto verso la gamba poggiata a terra, e successivamente piegarvi su di esso provando a toccare il piede con le mani. Rimanete in questa posizione per 20 secondi, al termine dei quali dovrete eseguire lo stesso esercizio con l'altra gamba. A questo punto non vi resta altro da fare che provare tutti gli esercizi, scegliere quelli che più vi piacciono e praticarli sempre prima di qualsiasi attività fisica.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se optate per un esercizio solo, eseguitelo una decina di volte
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come tonificare gli adduttori

Riuscire a rimanere in perfetta forma rappresenta uno degli obiettivi di tutti quanti, donne o uomini che siano. Non c'è niente di più piacevole che stare bene con il proprio corpo, ed avere una perfetta tonicità muscolare ed un fisico sano ed atletico....
Fitness

Come allenare i muscoli adduttori a casa

In primavera la maggior parte delle persone, in previsione dell'estate, si mettono in forma tra dieta e palestra, invogliate anche dalle giornate più lunghe e dalle temperature miti. Chi, però, non ha tempo di andare in palestra, perché impegnato con...
Fitness

Come eseguire lo stretching in coppia

Se vuoi ottimizzare i tuoi esercizi ginnici puoi eseguire alcuni di stretching in coppia. Si tratta infatti, di un metodo ideale per ottenere un allungamento migliore e acquisire una maggiore flessibilità senza sforzare. Per capire come fare questi...
Fitness

Come effettuare correttamente l'esercizio degli adduttori

Allenarsi da soli sarebbe qualcosa di fantastico, ma spesso si può incorrere in alcuni e sbagli, perciò sempre più di frequente si preferisce la palestra per paura di tale rischio. La palestra però occuperebbe buona parte del tempo libero che si ha...
Fitness

Come imparare un esercizio di spaccata ginnica

L'esercizio fisico, in età giovanile come da adulti, mantiene sano ed in forma l'organismo. Rafforza i muscoli, il cuore e le articolazioni. Lo sport agonistico va praticato sin da bambini. Tra queste discipline si colloca la ginnastica artistica. Un...
Fitness

Come aumentare la mobilità articolare delle anche

Le anche sono fondamentali perché sono le giunture che collegano il nostro busto agli arti inferiori e sono quindi tra le articolazioni più sollecitate di tutto il corpo in ogni movimento che compiamo. Quando l'età avanza dobbiamo assicurarci che le...
Fitness

Come allenarsi con la fitball: gambe

La fitball, o palla svizzera, è uno strumento economico e semplice per allenarsi con efficacia in casa come in palestra e nel pilates. La fitball scioglie eventuali contratture, migliora le articolazioni e potenzia la muscolatura, in particolare delle...
Fitness

Come snellire le caviglie con ginnastica e stretching

Oggigiorno, tra sfilate di mode e copertine patinate, le caviglie sono sempre scoperte, proprio per dare maggiore fisicità al corpo. Ognuno di noi vede sempre qualche imperfezione sul proprio corpo. Anche con una corretta alimentazione, molte donne non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.