Come eliminare i pidocchi con metodi naturali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I pidocchi sono degli insetti che trovano il loro perfetto habitat naturale nella cute umana. Hanno la caratteristica di attaccarsi alla pelle ed ai capelli, con una sostanza gelatinosa, e le loro uova si schiudono nel giro di una settimana. Vivono succhiando il sangue attraverso delle micro punture, responsabili di un fastidioso prurito. Solitamente i pidocchi si diffondono nei luoghi affollati, e le scuole rappresentano da sempre un ritrovo molto gettonato dai pidocchi. Oltre ai rimedi chimici acquistabili in farmacia, esistono anche delle metodologie naturali per eliminare i pidocchi. Questi trattamenti sono particolarmente utili in tutti quei casi di allergie a determinati prodotti. Nei seguenti passaggi di questa guida, pertanto, vedremo come fare, avvalendosi di alcuni metodi efficaci.

26

Occorrente

  • aceto, olio, maionese, pettine a denti stretti e phon
36

Eliminare i pidocchi con l'aceto

Uno dei rimedi naturali maggiormente semplici e comuni, utilizzati per eliminare i pidocchi, è sicuramente l'aceto. Questa sostanza non uccide e nemmeno fa allontanare i pidocchi dai capelli, ma facilita il distacco delle uova, dal momento che la composizione chimica dell'aceto è tale da distruggere la sostanza secreta da questi insetti per incollarle. Non si dovrebbe mai utilizzare l'aceto puro, per semplice precauzione, ma andrebbe diluito insieme a dell'acqua. Si preferisce, generalmente, l'uso dell'aceto bianco oppure l'aceto di mele, al quale si può aggiungere del limone per impedire che i capelli conservino l'intenso odore a lungo termine.

46

Eliminare i pidocchi mediante l'olio e la maionese

Una seconda possibilità, senza dubbio più efficace rispetto alla precedente per eliminare gli insetti stessi oltre alle loro uova, consiste nell'utilizzare dell'olio di oliva oppure quello di semi, preferibilmente abbinato con gli oli essenziali. Ad esempio uno di questi è l'eucalipto, mentre un altro composto utile può essere la lavanda. L'olio deve essere applicato sull'intera superficie dei capelli, per poi lasciato agire per circa un paio di ore. In questa maniera, in buona sostanza, i parassiti vengono soffocati e trascinati via dopo la fase del lavaggio. Anche in questo caso è necessario prestare la massima attenzione a non utilizzare una quantità eccessiva di olio per non ungere in maniera eccessiva i capelli. In pratica, tre cucchiai dovrebbero essere sufficienti per garantire un buon risultato finale. Anche la maionese rappresenta un'ottimo rimedio naturale per eliminare i pidocchi. Questa deve essere applicata mediante degli impacchi, in modo tale da ricoprire totalmente i capelli. L'efficacia della maionese è dovuta al fatto di contenere l'aceto e di avere una consistenza tale da consentire l'uccisione dei pidocchi, dal momento che impedisce loro di ricevere l'aria e l'ossigeno di cui hanno bisogno per sopravvivere.

Continua la lettura
56

Utilizzare un pettine fitto ed asciugacapelli

In quest'ultimo passo vi spiegheremo altre due tecniche efficaci per eliminare i pidocchi. Data la dimensione ridotta di questi insetti e soprattutto delle loro uova, per assicurare una rimozione completa si può utilizzare un pettine particolarmente fitto, ad esempio di metallo, che può anche essere intinto nell'aceto oppure nell'olio. Per concludere, è buona regola ricordarsi di asciugare i capelli con il phon molto caldo. Infatti è stato dimostrato che l'esposizione ad una fonte di calore paragonabile a quella dell'asciugacapelli, anche per pochissimi minuti, provoca la morte di questo parassita ed inibisce la schiusura delle sue uova.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Come usare l'olio di neem

L'olio di neem anche se non è ancora conosciuto da tutti, da moltissimi anni è utilizzato come prodotto per uso cosmetico e medico (tipico della tradizione medica ayurvedica indiana). Questo benefico olio dalle molteplici proprietà appartiene alla...
Rimedi Naturali

Consigli per identificare i tipi di punture di insetti

Il sole e la calura estiva incentivano le attività all'aria aperta, come campeggi, escursioni, pic-nic, gite in barca e giochi. Molti tipi di insetti ripopolano campi e spiagge, giardini pubblici e privati. Pertanto, si acquistano preventivamente creme,...
Rimedi Naturali

10 proprietà medicamentose dell'Olio di Neem

L' Olio di Neem viene estratto dai frutti e dalle foglia di una pianta conosciuta con il nome di Azadirachta indica. Come dice il nome stesso, si tratta di una pianta originaria dell'India e della Birmania le cui proprietà cosmetiche e medicamentose...
Rimedi Naturali

10 rimedi naturali con tea tree oil

Il tea tree oil è un olio essenziale proveniente dall'Australia. Viene estratto dalla Melaleuca alternifolia, pianta diffusa solo in questo continente. Il suo principale utilizzo riguarda la cura delle ferite e delle infezioni cutanee, ma può avere...
Salute

Come eliminare i parassiti intestinali

Il parassita può posizionarsi in diverse parti del corpo, esistono quelli esocrini che non entrano nel nostro corpo ma rimangono all'esterno come i pidocchi che formano le uova nei nostri capelli, ma nel nostro caso parliamo di quelli endocrini che,...
Rimedi Naturali

Cajeput: proprieta benefiche

Il cajeput è un olio essenziale che viene estratto da un albero chiamato "Melaleuca cajuputi", appartenente alla famiglia delle Myrtaceae, conosciuto anche come legno bianco o albero del tè. L'albero di cajeput è originario della pianura costiera della...
Rimedi Naturali

Oio di neem: proprietà e benefici

Oggi viviamo purtroppo nell'epoca della globalizzazione e questo per ovvi motivi porta l'ambiente che ci circonda ad essere sempre più inquinato. Respiriamo aria “malata”, ci intossichiamo con farmaci anche per un lieve mal di testa e utilizziamo...
Rimedi Naturali

Le proprietà dell'olio tea tree

L'olio tea tree si ricava dalle foglie dell'albero Maleleuca alternifoglia, comunemente conosciuto come l'albero del tè, che cresce in terra australiana. Le foglie vengono distillate attraverso vapore acqueo. Il nome "albero del tè", coniato dallo avventuriero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.