Come curare il torcicollo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il "torcicollo" è un disturbo dovuto ad uno spasmo che deriva dalla contrattura dei muscoli del collo. È un fenomeno che si verifica a causa di un'esposizione prolungata a correnti d'aria, come quella proveniente dal finestrino dell'auto abbassato, o dalla postura scorretta mentre si è seduti o supini, o, ancora, da un trauma e da uno stato psicologico tendente alla preoccupazione e all'ansia. Nella maggioranza dei casi, per avere il torcicollo basta assumere per un tempo prolungato una posizione scomoda davanti alla tv o durante un riposino pomeridiano senza un supporto alla nuca. Vediamo quali sono i tipi di torcicollo e come curare questo fastidioso disturbo che può limitare molto le nostre azioni quotidiane.

26

Esistono principalmente 2 tipi di torcicollo: uno comune ed uno congenito. Il primo è il più frequente e consiste nella contrattura di un gruppo di muscoli che si trova nella zona anterolaterale; è un dolore invasivo, in quanto limita molti movimenti naturali del capo. Il secondo tipo, invece, si può definire raro perché legato ad una lesione del muscolo sternocleidomastoideo, avvenuta al momento della nascita, probabilmente in seguito ad un parto travagliato. Possiamo trovare anche un torcicollo di natura post-traumatica, derivato da uno strappo o da un movimento violento, come avviene nel colpo di frusta. Altri tipi di torcicollo possono riferirsi addirittura a lesioni dei legamenti cervicali, sublussazioni, ernie discali o fratture.

36

Il torcicollo può anche avere una causa posturale, infatti questo disturbo si presenta spesso quando il baricentro del corpo è compromesso, per esempio da una scoliosi. Il torcicollo reumatico o gottoso, invece, si sviluppa in modo più silente e graduale. Eventi come un'infiammazione alla gola o all'orecchio, un ascesso ad un dente o la malocclusione dentale, sono episodi che rappresentano le cause della tensione muscolare che andrà ad interessare proprio la regione del collo. Il torcicollo provoca un dolore talmente acuto che può irradiarsi fino alle spalle, alle braccia e alle dita delle mani. I muscoli cervicali diventano tesi e doloranti ed impediscono i movimenti del collo. Qualsiasi movimento che coinvolge la regione cervicale provoca dolore a causa della tensione muscolare presente; anche il semplice ruotare la testa diviene molto difficoltoso. Ciò succede perché gli spasmi muscolari agiscono sulle articolazioni apofisarie e le bloccano con conseguenti infiammazioni e dolori.

Continua la lettura
46

Se il disturbo si presenta sporadicamente e come conseguenza di un banale colpo d'aria o in caso di posizioni sbagliate del collo (ad esempio durante il sonno notturno) guarirà in un paio di giorni. Per aiutare il processo di guarigione sono molto utili alcuni semplici esercizi di ginnastica dolce che consistono in movimenti lenti in tutte le direzioni che il collo permette. È sempre meglio preferire la mobilità alla staticità, perché se da una parte stando fermi attenuiamo il dolore, dall'altra andiamo a facilitare l'irrigidimento dei muscoli. Per lenire il dolore si possono assumere farmaci da banco ad azione antinfiammatoria ed analgesica. Dal medico ci si può far prescrivere dei farmaci miorilassanti che riducono la contrattura dei muscoli. Localmente si possono applicare pomate specifiche per le infiammazioni muscolari.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se questi metodi non dovessero bastare e se anche con gli esercizi cervicali il disturbo non accenna a passare, è il caso di affidarsi ad un bravo fisioterapista.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.