Come curare e disinfettare le vesciche ai piedi

di Francesco Congia difficoltà: media

Come curare e disinfettare le vesciche ai piediLeggi   wikipedia Non c'è niente di peggio che una vescica. Quelle piaghe rosse, gonfie e piene di liquido, che appaiono quando le scarpe strofinano nel modo sbagliato la cute sensibile. Scarpe nuove (o della misura sbagliata) sono molto spesso causa di vesciche sui piedi, ma le bolle possono sorgere come effetto collaterale di un altro problema, ad esempio un infezione pruriginosa che avete grattato. Sono facilmente prevenibili se si seguono i dettami del buon senso: scegliete calzature della vostra misura ed evitate le calze sintetiche.
Se vi si è formata una piaga, ma soffrite di problemi di circolazione o di diabete, consultate il medico. Altrimenti, occorre curare e disinfettare la vescica: vediamo insieme come.

Assicurati di avere a portata di mano: Garza Cuscinetto in silicone (in caso di vesciche plantari) Acqua e sapone Pomata antibiotica

1 Una vescicola ancora integra, di circa due centimetri e mezzo di diametro, solitamente guarisce senza trattamenti particolari. Non cercate di scoppiarla, si romperà da sola. È preferibile lasciarla scoperta, ma se volete coprirla allora abbiate cura di non bendarla troppo stretta. Non avvolgere la fasciatura intorno a tutta la mano, tutto il braccio, il piede o una gamba: ciò potrebbe interrompere il flusso sanguigno. Se il bendaggio è troppo stretto, si possono sviluppare sintomi al di sotto del livello della garza, come intorpidimento, formicolio, dolore e pelle fredda, pallida o gonfia.

2 Se la vescicola si trova in una zona sotto pressione, ad esempio la pianta del piede, proteggetela con un cuscinetto in silicone, di quelli usati per indossare le scarpe col tacco. Non indossare le scarpe o fare l'attività che ha causato l'insorgere della bolla di attrito, fino alla sua completa guarigione.

Continua la lettura

3 Se invece la bolla è più grande di due centimetri e mezzo di diametro oppure non è integra, questo trattamento casalingo può aiutare ad alleviare il dolore.  Prima di cominciare, lavatevi le mani con acqua e sapone prima di toccarla.  Approfondimento Come disinfettare le vesciche dei piedi (clicca qui) Le bolle possono infettarsi facilmente.. 

4 La maggior parte delle bolle grosse si rompono da sole e cominciano a guarire. Se la bolla però è integra, vi consiglio di lacerarla e disinfettarla, per accelerare il processo di guarigione. Pulire un ago con alcool o acqua e sapone, quindi utilizzarlo per forare delicatamente la vescica. Lasciare fuoriuscire il fluido dall'apertura esercitando una leggerissima pressione. Lavate la vescica e asciugatela con una garza pulita.

5 Non rimuovere il lembo di pelle che copre la bolla a meno che si sia depositato dello sporco o del pus al di sotto di essa. Ora applicate una pomata antibiotica, come la polimixina o la bacitracina, ovviamente se non vi siete allergici. L'unguento impedirà alla benda di attaccarsi alla piccola ferita e aiuta a prevenire le infezioni. Non usare alcool o iodio, perché possono ritardare la guarigione.

6 Applicate una benda o una garza (senza stringere troppo). Se la pelle inizia a prudere o sviluppa una reazione cutanea, smettete di usare la pomata antibiotica. Cambiate la fasciatura ogni giorno e ogni qualvolta si bagna o si sporca. È possibile immergere la benda in acqua fredda poco prima di rimuoverla, per renderla meno dolorosa da staccare. Anche in questo caso, evitate di indossare le scarpe o fare l'attività che ha causato la formazione della vescica.

Come curare le vesciche dei piedi con rimedi naturali Come risolvere il problema delle vesciche ai piedi Primo soccorso: ustioni Come curare le ustioni

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili