Come capire il linguaggio del corpo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Ogni postura ha un significato preciso, e la lettura ed interpretazione degli involontari movimenti corporei è quasi una scienza: vediamo attraverso questa pratica guida come capire il linguaggio del corpo tramite qualche esempio analizzando i più comuni atteggiamenti. Il linguaggio non verbale infatti può svelare molto delle intenzioni tue o di chi ti ascolta nonché del tuo / suo modo di relazionarsi con gli altri.

25

Occorrente

  • Spirito di osservazione
35

Lo sguardo

Lo sguardo è uno dei punti focali del linguaggio non verbale: guardare uno sconosciuto dritto negli occhi indica interesse nei suoi confronti, mentre focalizzare l'attenzione sulle labbra può indicare due cose diametralmente opposte: desiderio di baciare oppure disagio. Puntare lo sguardo su un particolare del volto altrui indica nervosismo, ed ovviamente non guardare affatto è sintomo di disinteresse totale. Gli occhi socchiusi sono sinonimo di sfiducia, gli occhi spalancati di meraviglia e quelli rivolti verso il basso meditazione, quelli accigliati rabbia ed infelicità. Lo sguardo vuoto, purtroppo il più triste, è associabile a qualcuno di poco amato. Le pupille che si dilatano sono un sicuro segno di interesse nei confronti dell'altro.

45

La testa e le spalle

I movimenti del viso sono decisamente riconoscibili: se fare l'occhiolino è segno di complicità, i sorrisi leggeri lo sono di accordo, un sorriso a trentadue denti indica felicità, il mordicchiarsi il labbro nervosismo e la bocca spalancata meraviglia. La testa e le spalle: la testa alta indica sicurezza di sé, quella bassa timidezza e tentativo di passare inosservati. Le spalle sollevate suggeriscono un carattere pauroso, quelle aperte e diritte voglia di conoscere le persone e quelle curve desiderio di stare da soli. La testa che sta immobile segnala serietà o una posizione di superiorità, quella che si muove spesso ansia o sottomissione. La postura: stare seduti ben dritti, senza incrociare gambe e braccia, indica serietà e nello stesso tempo tranquillità, mentre lo stare seduti di traverso è segno di disagio. Allo stesso modo, quando si è in piedi è bene stare diritti e con le braccia lungo i fianchi.
.

Continua la lettura
55

Gli arti

Passiamo agli arti: le braccia conserte sono segno di chiusura, le mani in tasca indicano essere non completamente a proprio agio, mentre le braccia lasciate lungo i fianchi sono segno di rilassatezza e tranquillità. Allo stesso modo, le gambe strette e chiuse indicano timidezza e modestia, quelle aperte e distanti tra loro spavalderia.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

5 modi per vincere la timidezza

Essere timidi per molte persone è davvero un gran problema.Non tutti infatti, all'idea di parlare di fronte ad una moltitudine di gente, si caricano di autostima e sfoggiano una disinvoltura senza pari; addirittura c'è chi, invece, preferirebbe nascondersi...
Psicologia

Consigli per superare la timidezza in una settimana

Durante una discussione resti sempre in silenzio anche se si parla di cose banali? Hai paura di dire la tua? L'ansia ti assale quando devi parlare in pubblico o quando devi uscire con qualcuno che conosci poco? Non preoccuparti! Sei solo molto timido...
Psicologia

Programmazione neurolinguistica e seduzione

La programmazione neurolinguistica è una scienza che rientra nel vasto campo della psicologia e che studia le relazioni esistenti tra i processi neurologici, il linguaggio umano ed i modelli comportamentali acquisiti dagli individui grazie all' esperienza....
Psicologia

Come superare l'ansia sociale

Ai nostri giorni, si vive in una società che punta molto sull'apparenza. Per adeguarsi, bisogna essere belli, sani e spigliati. Bisogna avere la battuta pronta e sapersi destreggiare in un mondo tecnologico e pieno di insidie. Queste situazioni non sempre...
Psicologia

La comunicazione non verbale: appunti

La comunicazione verbale è uno dei tratti distintivi che ci distingue dagli altri animali e ne esistono varie tipologie. La forma di comunicazione orale, quindi, è importante. Però c'è un modo per comunicare che è ancora più importante. Parliamo...
Sessualità

Come vivere il sesso senza timidezza

Quando si vive una relazione, è normale che a un certo punto il rapporto evolva e si cerchi una certa intimità di coppia. Tuttavia, se alcune persone non hanno problemi ad approcciarsi all'altro sesso, altre vivono questa esperienza in maniera piuttosto...
Psicologia

5 strategie per essere meno timidi

La timidezza è un tratto caratteriale che si manifesta attraverso un comportamento impacciato, insicuro ed evitante in determinate situazioni, nelle quali ci si trova esposti al giudizio degli altri. Può essere accompagnato da reazioni emotive, come...
Fitness

Come rilassare i muscoli del collo

Passare tanto tempo seduti davanti al Personal Computer, o a guardare la TV, oppure in una posizione scorretta, vi potrà provocare l'irrigidimento dei muscoli oppure l'accumulo di tensione nella zona del collo. Almeno una volta nella vita, quasi tutti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.