Come calcolare il proprio fabbisogno calorico

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Quando si ha qualche chilo di troppo si pensa inevitabilmente a trovare qualche dieta che in poco tempo faccia smaltire quel grasso in più che tanto da fastidio. Esistono moltissime diete, ma prima di intraprenderne una è bene conoscere alcune questioni basilari, per non incorrere in inutili rischi. Per perdere peso ed elaborare quindi una dieta equilibrata e personalizzata, bisogna conoscere il proprio fabbisogno calorico, ovvero, la quantità di calorie giornaliere che dobbiamo introdurre. La quantità di calorie stabilite dal nostro fabbisogno calorico, dovrà essere la giusta quantità, che ci permetterà di mantenere stabile il nostro peso corporeo, se siamo normopeso. Se invece siamo soggetti in sovrappeso, il nostro fabbisogno calorico deve essere calcolato in modo da permetterci di perdere i chili in eccesso e raggiungere il nostro peso ideale. Ma come si fa a calcolare il fabbisogno calorico? In questa guida spiegherò con pochi semplici passaggi come fare, in maniera veloce e pratica.

25

Innanzitutto, per calcolare il proprio fabbisogno calorico, bisogna calcolare il metabolismo basale. Il metabolismo basale corrisponde alla quantità di calorie che il nostro organismo deve introdurre obbligatoriamente, perché si tratta delle calorie corrispondenti all'energia che il nostro corpo utilizza per assolvere alle funzioni più importanti, come respirare, far battere il cuore e permettere quindi il corretto funzionamento di tutti gli organi del nostro organismo. Come si calcola il metabolismo basale? Per calcolarlo si usano apposite tabelle, caratterizzate da diverse fasce d'età e divise per sesso, che sono state ricavate attraverso degli studi effettuati su diversi campioni di popolazioni.

35

Una volta calcolato il metabolismo basale, possiamo calcolare il fabbisogno energetico, cioè la quantità di calorie da introdurre giornalmente, per mantenere stabile il proprio peso corporeo. In un individuo normopeso, il fabbisogno energetico, corrisponde al fabbisogno calorico, in quanto il peso non deve variare. Esso si calcola moltiplicando il metabolismo basale per un indice, che è chiamato indice LAF. L'indice LAF corrisponde al livello di attività fisica che il soggetto svolge giornalmente, che si può classificare in tre livelli di attività fisica: leggera, moderata o pesante.

Continua la lettura
45

Se invece il soggetto è sovrappeso, il fabbisogno energetico non corrisponderà al fabbisogno calorico (cioè la quantità di calorie da introdurre ogni giorno). In questo caso infatti, bisogna sottrarre dal valore del fabbisogno energetico, una quantità di calorie che vanno da 500 a 1000 calorie al giorno, a seconda di quanti chili si devono perdere. In questo modo otteniamo quindi la quota di calorie che il soggetto deve introdurre per perdere i suoi chili in eccesso. Come si può vedere, calcolare il proprio fabbisogno calorico non è poi così complicato, basterà seguire i consigli riportati in questa guida per svolgere tutto al meglio, ed essere così in grado di iniziare la dieta che più ci soddisfa. Non mi resta che augurarvi buona fortuna. Alla prossima.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere la giusta quota di calorie da introdurre giornalmente, si consiglia di rivolgersi ad un professionista del settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Come impostare una dieta proteica per la massa muscolare

Un fisico scolpito è l'obiettivo prefissato da molte persone. Una certa prestanza fisica si realizza mediante un impegno sportivo a tempo pieno e non ...
Alimentazione

Come mangiare per dimagrire

Come fare a dimagrire e perdere i chili di troppo? È una domanda che si pongono in tanti e la risposta è sempre la stessa ...
Alimentazione

Come leggere le tabelle nutrizionali degli alimenti

Le tabelle nutrizionali sono un importante mezzo per capire di cosa è composto il cibo che intendiamo comprare. La dichiarazione nutrizionale è regolamentata allo stesso ...
Alimentazione

5 trucchi per attenuare la fame

La fame che si prova durante il giorno non è necessariamente un fenomeno fisico. Infatti, in alcuni casi, nonostante si è consumata un'abbondante colazione ...
Alimentazione

6 cose da non fare a colazione per dimagrire

La colazione è il primo pasto della giornata, e come tale, non è da sottovalutare. Infatti, influisce sugli altri pasti e, proprio per questo è ...
Alimentazione

Come prendere peso in modo sano

Un fisico gracile non sempre è sinonimo di benessere. Chi mangia di tutto senza compromettere la linea può lamentare problemi genetici o alimentari, metabolismo veloce ...
Alimentazione

I vantaggi della colazione proteica

La colazione proteica, un tipo di colazione che ogni atleta, o comunque ogni persona che pratica sport dovrebbe fare, i vantaggi sono molteplici. Le proteine ...
Fitness

Come calcolare le calorie bruciate

Il consumo di calorie è generalmente legato all'attività fisica ma, in realtà, il corpo ne consuma anche quando è totalmente a riposo in quanto ...
Salute

10 azioni che rallentano il metabolismo

Capita spesso, alle donne un po' di più rispetto agli uomini, di prendere chili senza un motivo evidente. Nonostante l'alimentazione sia stata regolare, senza ...
Alimentazione

Come dimagrire con la dieta metabolica

Ciao, se anche tu hai ereditato il metabolismo dalla tua famiglia, non disperarti perché non sei condannato ad essere in sovrappeso e disagio con te ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.