Come affrontare la morte di un fratello

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Come vedremo nel corso di questa guida, la scomparsa di una persona cara, di un genitore o di un fratello, è sempre un evento traumatico che richiede un lungo tempo di elaborazione del dolore. Tutti noi sappiamo come la malattia o in generale la morte di un familiare comporta una serie di conseguenze morali e fisiche devastanti, che spesso richiedono il ricorso ad aiuti esterni, ovvero la forte vicinanza di parenti e amici. Nelle poche righe di seguito pertanto, vi fornirò una serie di consigli su come affrontare la morte di un fratello, ricordandoci che in questi casi il tempo e la migliore cura per ritrovare un po' di serenità e pace.

26

Il primo passo per superare il trauma derivante dalla perdita di un fratello, è acquisire consapevolezza della necessità di ritirarsi in solitudine per alcuni giorni. Passare del tempo da soli per pensare, riflettere e raccogliere le idee, è un processo psicologico necessario, che vi consente di elaborare il dolore ed accettare la scomparsa della persona. Può essere molto utile mettere per iscritto i propri pensieri e i propri sentimenti senza remore (sono tutte fasi necessarie, per riflettere ed elaborare il proprio dolore).

36

Per superare al meglio questa tragica fase della vostra vita, vi consiglio inoltre di mettere insieme gli oggetti e i ricordi personali di vostro fratello. Per mantenere viva la memoria del vostro caro infatti, può essere utile raggruppare i suoi ricordi, in modo da ricorrervi ogni qualvolta vi manca particolarmente la sua presenza. Ricordare i momenti passati insieme, può aiutare molto ad affrontare e superare giorno per giorno questa particolare fase.

Continua la lettura
46

Se dopo un lungo periodo di tempo vi rendete conto di non essere in grado di superare il lutto autonomamente, vi consiglio di ricorrere all'aiuto di un terapista, ovvero di un dottore psicologo, in modo da parlare ed esprimere le vostre emozioni senza remore e difficoltà. Non bisogna vergognarsi di cercare conforto negli amici o in altre persone fuori dal nucleo familiare, perché cercare un aiuto esterno può rivelarsi un ottima strada per accettare l'evento ed affrontare piano piano la vostra sofferenza.

56

Ricordate infine che la cosa più sbagliata da fare è commiserarsi in continuazione. Tutti noi sappiamo quanto sia difficile vivere certi eventi letteralmente traumatizzanti, che oltre a farci soffrire enormemente, ci mettono di fronte ad una realtà difficile da accettare: la precarietà della vita. Ognuno di noi infondo non è mai pronto a vivere certe situazioni, e soprattutto se a morire è una persona cara come un fratello, l'elaborazione del lutto può richiedere molto tempo. Tuttavia è importante farsi forza nel proprio dolore, e capire che l'autocommiserazione troppo prolungata può farci solo del male. Rattristirsi è normale, ma autocommiserarsi per troppo tempo è decisamente errato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Di fronte ad un evento così tragico non bisogna mai vergognarsi di piangere, anzi è bene esternare il proprio dolore, ogni qualvolta se ne avverte la necessità.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Psicologia

Come superare la paura di essere abbandonati

Sarà capitato a tutti d aver sperimentato la sgradevole esperienza di essere preda della paura di essere abbandonati. Se da bambini, infatti, si teme l'abbandono da parte dei genitori, da adulti la paura della solitudine potrebbe permanere e diventare...
Psicologia

Dipendenza da cellulare: una cura in 4 passi

I telefonini di ultima generazione sono strumenti di produttività straordinari, in quanto possiamo avere tutto ciò che vogliamo in qualsiasi luogo e momento della giornata, ma se utilizzati in modo sbagliato, possono condurre addirittura a delle vere...
Psicologia

Come gestire una persona aggressiva

Il carattere varia da un individuo all'altro, e ciò dipende oltre che da fattori genetici anche dal tipo di educazione che si è avuta, e dalle difficoltà che si incontrano nel corso dei primi anni di vita. Ciò non toglie che spesso i genitori hanno...
Alimentazione

5 alternative al caffé mattutino

L'usanza di bere caffé al mattino è molto radicata nella tradizione del nostro paese: ci sono addirittura molti di noi che non riescono a svegliarsi se non sentono il profumo di questa bevanda. Bere molti caffé al giorno però non è una pratica priva...
Psicologia

5 modi per non soffrire il solletico

Il solletico è una reazione incontrollata e fisiologica data dallo sfioramento di zone molto sensibili alla stimolazione tattile come ad esempio la pianta dei piedi, prima fra tutte, poi fianco, ascelle. Le zone e l'intensità del solletico cambiano...
Psicologia

Le cinque fasi del lutto

Ci sono dei momenti che non si vorrebbero vivere mai come la perdita di una persona cara o di un conoscente a cui siamo molto legati. Quando si vive una situazione di questo tipo si prova un sentimento di intenso dolore che deriva dalla perdita subita....
Psicologia

Come riprendere in mano la propria vita dopo un lutto

Le disgrazie avvengono tutti i giorni, e nessuno ne è esente. Ma molto spesso però ci si lascia andare allo sconforto e difficilmente si riesce a tornare a galla. Il dolore che si prova quando ci si trova di fronte ad un lutto, soprattutto se è improvviso,...
Psicologia

5 consigli per superare la perdita del proprio cane

Il cane è il migliore amico dell'uomo per antonomasia. Non è solo un animale, ma spesso è un amico, un compagno di vita, un vero e proprio membro della famiglia sul quale riversare amore e cure. Perciò quando ci lascia, ci affligge un dolore immenso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.