Cartamo: cos'è e come si utilizza

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A volte si preferiscono i soliti cinque, sei alimenti e ci nutriamo solo di quelli. Pane, pasta, insaccati, olio extravergine di oliva sono degli ottimi prodotti, ma non bisogna abusarne. È opportuno guardare al di là del proprio naso; infatti, bisogna conoscere, esplorare e documentarsi anche su altri alimenti fondamentali. Leggendo questo tutorial si può scoprire un prodotto poco noto, ma dalle numerose proprietà. In particolare viene dato qualche utile informazione sul cartamo; un questo modo si può scoprire cos’è e come si utilizza.

25

Cos'è il cartamo

Il cartamo, il cui nome latino è Carthamus tinctorius, appartiene alla famiglia delle Asteraceae. Esso è conosciuto e si commercializza anche con il nome di zafferanone. Questo è dovuto al fatto che dai suoi fiori si estrae la cartamina il cui colore ricorda abbastanza quello dello zafferano. Anche il sapore della polvere di cartamo è simile a quello dello zafferano, ma è sicuramente meno intenso. La cartamina viene utilizzata da qualche decennio anche come colorante in pittura e nel campo della cosmetica per la fabbricazione di rossetti e altri prodotti per il make up.

35

Come si utilizza

Il cartamo viene utilizzato generalmente in due modi: sotto forma di semi e sotto forma di olio. I semi di cartamo sono ricchissimi di vitamina C e vitamina k. Essi a volte vengono aggiunti a crudo nelle insalate oppure per dare più consistenza a yogurt e spuntini cremosi. Non essendo molto conosciuti si possono trovare e comprare soltanto nei negozi di alimentazione biologica, naturale oppure in siti specializzati online. L'utilizzo più massiccio del cartamo è richiesto maggiorente sotto forma di olio. Nella continuazione della guida si possono scoprire le proprietà dell'olio di cartamo.

Continua la lettura
45

Altri usi

Secondo alcune ricerche scientifiche un consumo abbastanza regolare di olio di semi di cartamo è sicuramente un valido aiuto per poter prevenire le malattie cardiovascolari. Quest'olio infatti contiene l'acido linoleico che è ricco di omega 6; quest'ultimo ha la proprietà di ridurre il colesterolo cattivo. Inoltre, è opportuno sapere che l'olio di semi di cartamo ha una forte resistenza all'ossidazione ed all'irrancidimento. Questa particolarità lo rende adatto per la frittura che richiede un'alta temperatura. Viene utilizzato anche nell'industria delle vernici come fluidificante in quanto è un olio semi-siccativo. Esso si asciuga in maniera più lenta rispetto ad altri oli, è molto resistente alla luce e non ingiallisce.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Usare lo zafferano per la bellezza

Lo zafferano è una pianta originaria dell'Asia ma che ha visto la sua diffusione anche in Italia, soprattutto Marche ed Abbruzzo. È conosciuto soprattutto per il suo uso in ambito culinario, protagonista di centinaia di ricette uniche e gustose. Molti...
Alimentazione

Proprietà delle spezie: zafferano, pepe nero e curry

Le spezie sono sostanze ricavate dalle parti coriacee di piante tropicali, quali la corteccia, i semi, le radici, i boccioli e gli stimmi. Sono originarie dell'Oriente in quanto le piante tropicali sono reperibili facilmente in quelle zone, a differenza...
Rimedi Naturali

Le proprietà delle spezie

All'interno della presente guida, andremo a occuparci delle spezie, concentrandoci su quelle che sono le loro proprietà. La guida si dividerà in tre passi, dove proveremo ad argomentare con contenuti questo tema.Le spezie, il cui termine è utilizzato...
Alimentazione

Come utilizzare la curcuma

La curcuma è una pianta, simile allo zenzero, che cresce nelle zone dai climi tropicali umidi e caldi. È una pianta rizomatosa (curcuma longa) i cui rizomi vengono essiccati e ridotti in polvere. Essa è di colore giallo e per tale motivo viene chiamata...
Rimedi Naturali

Come utilizzare la curcuma contro l'artrite

Molte volte si pensa che l'assunzione di medicinali sia l'unico modo per sopperire a carenze, o far fronte a malanni, ma non è sempre così, molto spesso la soluzione più efficace la si ritrova in natura. È il caso della Curcuma longa, una spezia meglio...
Alimentazione

10 alimenti da non tenere in frigo

Il frigo, è un luogo in cui conservare alcune tipologie di alimenti, per mantenerli freschi, sani e intatti. Non tutti gli alimenti pero' necessitano di essere tenuti in frigo poiché potrebbero rovinarsi e perdere il loro intenso sapore diventando quasi...
Alimentazione

5 spezie che sgonfiano la pancia

La pancia gonfia è un problema comune che affligge tantissime donne, ma anche uomini. Tuttavia, questo problema a volte può trasformarsi in un vero e proprio disagio, soprattutto con l'arrivo della stagione estiva quando si desidera apparire perfetti...
Rimedi Naturali

Calendula arvensis: utilizzi e proprietà curative

Il nome di Calendula arvensis vi dirà poco o nulla: in effetti questa pianta, che appartiene alla famiglia delle Astaraceae, è molto più nota con il nome di fiorrancio selvatico. È presente in quasi tutti i paesi del bacino del mediterraneo, Italia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.