Affondi: gli errori più comuni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli affondi, eseguiti sia lateralmente che frontalmente, con attrezzi oppure semplicemente a corpo libero, sono di sicuro fra gli esercizi più utili per rafforzare e tonificare i muscoli di gambe, cosce e glutei. Tuttavia gli affondi, così come gli squat o tutti gli altri esercizi di tonificazione muscolare, non sempre vengono eseguiti nel modo corretto, rischiando di rivelarsi del tutto inutili se non dannosi per il fisico stesso. Ecco dunque gli errori più comuni che si possono commettere in palestra facendo gli affondi.

26

Concentrare il lavoro sulla parte anteriore anziché su quella posteriore della gamba

Questo tipo di errore riguarda sopratutto gli affondi frontali. In pratica, per eseguire bene l'affondo frontale, è necessario portare avanti la gamba destra, o quella sinistra, in modo alternato, formando un angolo di 90 gradi col ginocchio. Se l'esercizio è fatto bene, saranno tonificati i muscoli della coscia, della gamba e dei glutei. Se invece l'esercizio è fatto male, cioè anziché lavorare con la parte posteriore della gamba (dal ginocchio alla coscia per intendersi) si lavorerà con quella anteriore, a risentirne potrebbero essere sopratutto le articolazioni.

36

Mantenere il busto e le spalle non in asse con le gambe

Anche una scorretta posizione del busto e delle spalle rischia di compromettere la buona riuscita dell'esercizio. Se il baricentro del corpo fosse ad esempio troppo spostato in avanti, oltre a rischiare di perdere l'equilibrio, questo potrebbe compromettere anche l'efficacia dell'affondo in quanto il peso del corpo non sarà ben distribuito. In altre parole, il vostro peso, che funzionerà esattamente come quello di un bilanciere, anziché essere distribuito sui glutei, sulla coscia e sulla parte altadella gamba, graverà invece interamente sulla parte bassa e sui talloni, vanificando del tutto l'efficacia dell'esercizio.

Continua la lettura
46

Scendere troppo (o troppo poco) col ginocchio posteriore

Questo tipo di problema riguarda sopratutto le persone poco allenate. La prima volta che si fa un esercizio con gli affondi è facile che venga spontaneo scendere troppo - oppure troppo poco - col ginocchio posteriore. Questo avviene perché si è poco allenati, quindi le vostre articolazioni sono poco flessibili, oppure perché non si è ancora del tutto padroni del movimento. In questo caso basterà ripetere per più giorni e più sequenze l'esercizio per affinare la vostra tecnica di affondo ed individuare il punto esatto cui fermarsi per stimolare in modo corretto le varie fasce muscolari.

56

Caricarsi troppo col peso degli attrezzi

Questo tipo di errore invece è tipico di chi fa body building da più tempo e quindi desidera strafare. Gli affondi infatti, oltre che a corpo libero, possono essere fatti anche impiegando manubri o bilanciere. L'utilizzo degli attrezzi è funzionale a tonificare maggiormente i muscoli interessati al movimento, tuttavia non devono compromettere la buona esecuzione dello stesso. Pertanto il peso dei manubri e del bilanciere non dovrà essere mai così elevato da comportare sforzi eccessivi non solo a carico delle gambe, ma anche a carico degli altri gruppi muscolari (spalle e bicipite ad esempio). Cercate quindi di non esagerare e di ricordare sempre che negli affondi è prima di tutto il peso del corpo ad agire come "contrappeso" su gambe e glutei, dunque è del tutto inutile sovraccaricarsi di pesi eccessivi a rischio di contrarre strappi e distorsioni anche a carico di altre parti del corpo.

66

Posizionare il ginocchio non in linea con il piede o con la caviglia

Questo errore è comune invece quando si eseguono gli affondi laterali. Anche questo tipo di esercizio è molto utile a tonificare vari fasci muscolari fra cui anche gli adduttori sia della gamba in movimento che di quella distesa. L'errore da evitare in questo caso è quello di mettere il ginocchio della gamba che lavora troppo avanti o troppo indietro rispetto al piede. In linea di massima per una riuscita ottimale dell'allenamento con gli affondi il ginocchio dovrà essere posizionato ad angolo retto rispetto al piede e mantenendo una linea verticale in corrispondenza della caviglia della gamba opposta. Fate infine molta attenzione in tutti gli affondi, sia frontali che laterali, a mantenere la schiena dritta e gli addominali ben tesi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Fitness

Come allenarsi in 30 minuti

Sei una di quelle persone che vorrebbe allenarsi per perdere peso, mantenere la forma fisica o tonificare i muscoli, ma non riesce a trovare il tempo per farlo? Ti iscrivi in palestra ma poi non hai tempo di andarci? In questa guida vi spiegheremo in...
Fitness

Come Eseguire Correttamente Gli Affondi

Nella ricerca della forma fisica un contributo essenziale ci arriva dal fitness. L'allenamento, in palestra o a casa, ci aiuta ad avere quel giusto tono muscolare che ci fa sentire forti e pieni di energia. Occorre pero prestare molta attenzione all'esecuzione...
Fitness

Come allenare i glutei in casa

Con l'avvicinarsi delle belle giornate e delle prime temperature miti iniziamo a togliere qualche strato di abbigliamento. Il problema però sorge spontaneo: come togliere quei chiletti in più messi durante il periodo invernale, ma soprattutto durante...
Fitness

I migliori esercizi di gag

Le gonne si accorciano e la prova costume incombe. Come fare per non arrivare impreparate sulle spiagge più "in" del nostro paese? Le giornate si allungano, le maniche degli indumenti da lunghe diventano corte, il clima è più caldo. Cosa significa...
Fitness

Come rimodellare le cosce in 10 mosse

Le gambe sono una delle parti del corpo femminile più sensuali. Per mantenerle in perfetta salute, allontanando il rischio di inestetismi cutanei, è fondamentale praticare esercizi mirati e trattamenti rassodanti. Nei passi della seguente guida vediamo...
Fitness

Come alzare i glutei e rassodarli senza andare in palestra

Il vostro desiderio più ambito sono dei glutei sodi e alti? La buona notizia è che potete ottenerli con una serie di esercizi mirati, comodamente a casa, senza l'ausilio di attrezzi ginnici. Eseguendo con costanza un programma di allenamento specifico,...
Fitness

Come tonificarsi in 30 minuti

Per tonificare il proprio corpo, non solo in vista dell'estate, è necessaria una buona alimentazione, uno stile di vita sano e regolare e sopratutto tanta attività fisica. Ma, badate bene, l'attività fisica deve essere mirata e consapevole. Ovviamente...
Fitness

10 esercizi per rassodare gambe e glutei

Lo sport, come tutti sappiamo, è un'attività molto importante della vita umana, che non dovrebbe essere trascurata, perché ci permette di curare il corpo e mantenerlo in forma. Ma non solo: l'attività fisica è un toccasana anche per la mente e ci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.