5 piatti per intolleranti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al giorno d'oggi sono sempre più frequenti i casi di persone che nascono, o sviluppano nel corso della loro vita, particolari tipi di intolleranze alimentari.  Le intolleranze più "famose" comprendono quella per il glutine, che riguarda i cosiddetti celiaci, quella per il lattosio, per le uova e per il lievito di birra. Molto spesso le persone che possiedono un certo tipo di intolleranza alimentare credono, in maniera del tutto sbagliata, che non possano mangiare dei piatti "complicati" come tutti gli altri. In realtà una vita assolutamente normale, con un'alimentazione ricca e anche sfiziosa, è del tutto possibile anche per gli intolleranti, serve solo un po' di pazienza in più per ricercare i locali che hanno una cucina adatta alle intolleranze alimentari (ormai quasi tutti) e una maggiore applicazione tra i fornelli. Vediamo insieme 5 piatti per intolleranti.

26

Polpette di verdure

Un piatto che è un secondo molto ricco e gustoso per chi soffre di intolleranza al glutine: polpette di verdure. Un piatto che necessita di poco tempo e di una semplice realizzazione. Basta ottenere una purea di verdura, frullando con un primer i pezzetti delle verdure scelte; poi occorre modellare con le mani delle polpette a partire dalla purea e passarle nella farina di riso (o mais). Infine le polpette vanno cotte in forno per 25 minuti a circa 200°. Un piatto squisito e gustoso.

36

Crostata di fragole con yogurt

Chi l'ha detto che un intollerante al glutine debba rinunciare a un gustoso dessert?  Ecco dunque la crostata di fragole. Differentemente da una classica crostata, l'importante è utilizzare una pasta frolla senza glutine, che può essere acquistata direttamente o prodotta utilizzando una farina senza glutine. Dopo aver cotto la base della nostra crostata, con una pasta frolla senza glutine, non resta che disporre omogeneamente uno strato di yogurt e le fragole che abbiamo precedentemente tagliato.

Continua la lettura
46

Crepes senza latte

Ecco un altro piatto molto semplice da realizzare per chi soffre di intolleranza al lattosio: crepes senza latte, sia salate che dolci il procedimento per la realizzazione è lo stesso e molto semplice.
L'importante è utilizzare latte di riso o soia nel momento in cui lo si mescola in una terrina con la farina, il sale e lo zucchero; ottenuta una pastella liscia, lasciatela in frigo per 15 minuti, poi versate uno o due cucchiai del composto sulla padella che avete lasciato precedentemente a riscaldare sul fuoco con un filo d'olio. Fate cuocere le crepes su entrambi i lati. Condite le crepes come desiderate e il piatto, gustosissimo, è pronto. Senza lattosio.

56

Torta di carote

Giungiamo ad un altro ottimo piatto molto gustoso per chi soffre di intolleranza alle uova. Si tratta di un dolce ed è la squisita e famosa torta di carote. Rispetto alla versione classica della torta, l'unica differenza è l'assenza delle uova che andremo a sostituire con delle mandorle per equilibrare la densità del dolce. Si tratta di ottenere un composto unendo farina, lievito, zucchero, trito di mandorla e carote, vaniglina e cannella. Si cuoce il tutto nella tortiera stando attenti alla cottura. Decorate la torta con dello zucchero a velo.

66

Sfizioso saraceno senza glutine

Concludiamo con un primo piatto molto gustoso, sfizioso, che, pur essendo senza glutine, è all'altezza dei più alti palati: stiamo parlando del cosiddetto "sfizioso saraceno", ovviamente nella versione adatta agli intolleranti al glutine. Si tratta di un primo a base di pasta con grano saraceno la cui cottura è ultimata in padella insieme a prosciutto, tocchetti di carciofi e uova.
Un piatto senza glutine da alta cucina molto, molto saporito.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Alimentazione

Quali sono i cereali senza glutine

La celiachia è un'intolleranza alimentare che alcuni individui hanno nei confronti dei cibi contenenti glutine (il glutine è una sostanza formata dall'unione di due tipi di proteine: la gliadina e la glutenina presenti, in modo particolare, in alcuni...
Rimedi Naturali

Come scoprire la sensibilità al glutine

Una delle patologie maggiormente diffuse tra la popolazione italiana è la sensibilità al glutine che provoca dei danni all'intestino tenue. La stima delle associazioni dei medici è che circa l'1% della popolazione sia affetta da questa patologia e...
Rimedi Naturali

10 motivi per scegliere integratori bio

Gli integratori sono un supplemento spesso necessario, non solo per prevenire malattie e aiutare l'organismo nei periodi in cui ci si sente più deboli (come ad esempio cambi di stagione, dopo un pesante dimagrimento o quando si è in condizioni particolari)...
Alimentazione

Le peggiori bufale sul glutine

Parola che ormai tutti conosciamo, il glutine è una sostanza proteica che ritroviamo negli alimenti trattati con farina e cereali vari. Durante la preparazione degli impasti le componenti proteiche del glutine, la prolammina e la glutanina, si fondono...
Salute

Cosa fare se sei allergico al nichel

Il nichel è un metallo presente praticamente ovunque: nel suolo, nell'aria, nelle piante, persino nell'acqua del nostro rubinetto. Un'allergia al nichel è dunque una situazione particolarmente spiacevole in quanto risulta impossibile eliminarlo completamente...
Alimentazione

Latte di kamut: proprietà e controindicazioni

Il latte di grano khorasan o più semplicemente Kamut® secondo il marchio registrato, è un latte di origine vegetale ricavato da questo versatile cereale. Il grano khorasan, per avere questa certificazione, deve essere coltivato secondo metodi biologici...
Rimedi Naturali

5 abitudini da evitare per prevenire il ventre gonfio

Molti malesseri che tutti noi avvertiamo almeno una volta nella vita sono dovuti alle cattive abitudini durante la giornata. Uno di questi malesseri è la pancia gonfia, dovuta a diverse cause sia alimentari che biologiche. La pancia gonfia è la conseguenza...
Alimentazione

Maizena: proprietà e utilizzo

La maizena, o amido di mais, è un prodotto alimentare che si ricava mediante una serie di processi di macinazione in umido del granturco. Si presenta come una polvere bianca finissima ed insolubile in acqua fredda. Molto economica e facilmente reperibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.