5 modi per abbassare il livello di acido urico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'uricemia è un parametro che descrive la quantità di acido urico presente nel sangue. Nel caso in cui tale è elevato rispetto alla norma, si dovrebbe intervenire il prima possibile, in quanto le persone affette dall'iperuricemia corrono il rischio di ammalarsi gotta o di avere dei gravi problemi a livello renale o cardiovascolare.
L'acido urico è il prodotto terminale della degradazione delle purine: adenina e guanina, due delle quattro basi azotate che costituiscono il DNA animale e vegetale. La gran parte delle purine nel nostro organismo deriva dalla sintesi endogena di esse mentre solo una minima parte deriva dagli alimenti introdotti con la dieta. L'organo deputato alla rimozione dell'acido è il rene, che lo elimina sia attraverso le urine sia attraverso le secrezioni digestive. L'alterazione nella produzione o la difficoltà nell'eliminazione dell'acido urico dall'organismo, che portano al suo accumulo e quindi all'iperuricemia, possono avere cause legate alla predisposizione genetica ma anche ad eccessivo consumo di alcol, vita sedentaria o un'alimentazione particolarmente ricca di proteine.
Per fortuna la gotta non è incurabile ed è possibile evitare tale patologia intervenendo in tempo utile, abbassando il livello di acido urico nell'organismo attraverso qualche accorgimento. Vediamo insieme 5 modi per farlo.

26

Evitare il consumo dei cibi ad alto contenuto purinico e proteico

Per quanto siano squisiti le sardine, acciughe, cozze, lo sgombro ed in generale il pesce ad alto contenuto di grassi, chi soffre di iperuricemia purtroppo deve imporsi il tabù su tali elementi insieme al fegato e la selvaggina. Sarà necessario invece introdurre più verdure, latte, uova e formaggi, insieme alla pasta, riso e frutta. Attenzione però a moderare anche il consumo dei piselli, fagioli, spinaci, asparagi, funghi, carni e degli insaccati: il loro contenuto purinico è medio, ma se consumati in eccesso possono comunque generare fastidi.

36

Consumare cibi ricchi di potassio e carboidrati complessi

Il potassio previene la formazione dei cristalli dell'acido urico favorendone la rimozione. Quindi, mentre siete al supermercato, iniziate a considerare le banane, le albicocche, le fragole, i pomodori, le patate ed i carciofi come parte integrante della vostra spesa. Anche l'assunzione di carboidrati complessi (amido) favorisce l'escrezione dell'acido.

Continua la lettura
46

Limitare il consumo di alcolici, cibi grassi e dolci

L'alcol, soprattutto la birra, il cui contenuto proteico è più alto rispetto ad altri alcolici, interferisce con la funzione drenante dei reni, favorendo così l'accumulo dell'acido urico. Analogamente anche i cibi ad alto contenuto di lipidi o fruttosio portano ad una minore rimozione dell'acido dall'organismo. Non è necessario eliminare del tutto tali elementi dalla vostra dieta, ma sicuramente un uso più moderato di essi non potrà farvi che bene.

56

Bere molta acqua

Sembrano risaputi i benefici dell'acqua sull'organismo, però per qualche ragione rimane comunque difficile berne i fatidici 2 litri al giorno. In verità, per chi è soggetto ad iperuricemia, diventa indispensabile apportare una giusta quantità di liquidi all'organismo sia per favorire l'eliminazione dell'acido attraverso le urine sia per prevenire spiacevoli e dolorosi calcoli renali. Se non vi ispira l'idea di bere solo acqua, potete integrare i liquidi anche attraverso gli infusi a base di erbe e tisane diuretiche. Moderate inoltre l'assunzione del caffè e delle bevande gassate.

66

Fare attività fisica

Per quanto possa sembrare banale, l'ultimo consiglio è proprio questo: muoversi. Facendo qualche movimento in più infatti è più difficile che si accumuli il grasso nei tessuti, è favorita la digestione e la rimozione delle tossine attraverso le urine. Non è necessario iscriversi subito in palestra o arrivare da zero ad agonismo in una qualche disciplina; basterà sostituire al solito percorso in macchina una passeggiata in bici o a piedi, ed all'abitudine di prendere l'ascensore quella di salire le scale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rimedi Naturali

Urinoterapia: di cosa si tratta

Già in passato l'urina veniva utilizzata dall'uomo per curare diverse malattie a cui non si trovava cura attraverso la medicina, purtroppo ci sono alcune malattie che ancora oggi non sono curabili e spesso si ricorre alla medicina alternativa come quella...
Alimentazione

Come sostituire il sale negli alimenti

L'eccessiva assunzione di sale nella dieta può portare ad una pressione del sangue troppo alta, che di conseguenza può danneggiare il cuore, ed è per questo motivo che i medici raccomandano di utilizzare le spezie in sostituzione del sale. Queste...
Rimedi Naturali

Come preparare un decotto diuretico col pungitopo

Il pungitopo, scientificamente conosciuto con il nome di Ruscus aculeatus L., è una pianta arbustiva sempreverde a comportamento cespuglioso che cresce spontaneamente nell'area del Mediterraneo. Utilizzata per scopi decorativi, possiede diverse proprietà...
Alimentazione

Le proprietà del fagiolo rosso

Il fagiolo rosso è uno tra i legumi più salutari per il nostro organismo ed è fondamentale per una dieta sana ed equilibrata. Esistono molte varietà di fagioli che presentano differenti proprietà benefiche. Il fagiolo rosso, detto anche Azuki, è...
Alimentazione

5 cibi che aiutano a disintossicare l’organismo

Tutti i giorni con l'alimentazione, oltre ad ingerire gli alimenti che nutrono, cioè le proteine, le vitamine che occorrono per il nostro sostentamento, diamo al nostro corpo dei composti che si depositano negli organismi vari, quali fegato e reni in...
Rimedi Naturali

Le proprietà benefiche della piantaggine

La natura ci regala numerose piante da utilizzare sia in cucina sia per scopi terapeutici, come ad esempio la piantaggine. È tra le erbe più diffuse e si può trovare spontaneamente tra i prati o in campagna. Anticamente veniva raccolta per allontanare...
Rimedi Naturali

I benefici dell'olio essenziale di violetta

Base di celebri profumi e acque di colonia, l'olio essenziale di violetta è fonte di grandi benefici per il nostro organismo. Simbolo della primavera e della giovinezza, le violette con il loro colore intenso sono spesso protagoniste anche di romantiche...
Rimedi Naturali

Depurarsi e dimagrire con il sambuco

Tra le piante spontanee usate fin dall'antichità per rimediare agli eccessi di un comportamento alimentare scorretto, c’è il Sambucus Nigra, meglio conosciuto come Sambuco, arbusto ricco di foglie e fiori che può raggiungere fino ai quattro metri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.