10 oggetti che teniamo in casa che possono far male alla salute

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Ognuno di noi possiede in casa un numero indefinibile di oggetti. Alcuni di questi vengono lasciati in fondo ai cassetti mentre altri, vengono utilizzati quotidianamente per svariate ragioni. La cosa a cui, forse, non avete mai pensato è che molti degli oggetti di uso quotidiano possono trasformarsi in vere e proprie armi a dispetto della loro apparenza innocua. Molte delle cose che tocchiamo ogni giorni si rivelano un ricettacolo di batteri diventando potenzialmente dannosi. Leggendo questo articolo scoprirete i 10 oggetti che teniamo in casa che possono far male alla salute.

211

Doccia

La doccia è all'apparenza una degli oggetti e degli spazi più sicuri che abbiamo in casa. In realtà può rivelarsi pericolosa per almeno due ragioni. La prima è proprio una questione d'igiene, infatti, le fughe fra le piastrelle, il box, il piatto doccia, favoriscono l'accumulo di batteri e muffe che possono provocare infezioni fungine, micosi e verruche. Non diamo per scontato che sia sempre ben pulita ma laviamola almeno una volta a settimana con aceto e bicarbonato. Un'altra ragione che rende pericolosa la doccia è il materiale con cui è costruito il piatto che, con l'acqua ed il sapone diventa scivoloso e rischia di farci cadere. Cadere in uno spazio così angusto facilita la possibilità di sbattere la testa e di farsi anche parecchio male.

311

Spugne

Rimanendo in tema di doccia, in molti hanno l'abitudine di utilizzare delle spugne per lavarsi la schiena e tutte quelle parti del corpo che altrimenti sembrano difficili da raggiungere. Il guai è che anziché lavarsi per bene, si rischia di diffondere sulla nostra pelle tutti i batteri che si accumulano nella spugna. Non solo la spugna usata per la doccia è potenzialmente pericolosa ma anche quelle che normalmente vengono utilizzate per lavare piatti e stoviglie sporche su cui si accumulano un numero di batteri molto elevato dovuto all'umidità e al contatto con i residui di cibo. Andrebbero, pertanto pulite con disinfettanti e sostituite frequentemente con spugne nuove.

Continua la lettura
411

Cotton fioc

I bastoncini di cotone sono molto utilizzati per la pulizia delle orecchie ma, ancora una volta, si rischia di cadere in errore. Il cerume che si accumula nelle orecchie non è un nostro nemico ma una barriera protettiva che evita l'accesso a polvere ed agenti patogeni. Come se non bastasse, inserire il bastoncino nel condotto uditivo rischia di creare danni al timpano oltre che di spingere il cerume ancora più in profondità. Se proprio avvertite la necessità di pulire le orecchie, chiedete in farmacia prodotti appositi che favoriscono la fuoriuscita del cerume.

511

Maniglie degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici, in particolare le maniglie, sono altri oggetti che favoriscono, a nostra insaputa, il proliferare di diversi batteri. Quando cuciniamo o mettiamo piatti e bicchieri nella lavastoviglie, tendiamo ad aprire e chiudere forno, frigo e lavastoviglie con le mani umide e sporche. Questo modo di fare, oltre a sporcare le superfici fa si che i residui passino dalle nostre mani alle maniglie permettendo la creazione di muffe. Sarebbe bene pulirci prima di utilizzare questi elettrodomestici.

611

Telecomando

Il telecomando, che sia della tv, dello stereo o dell'apertura centralizzata dell'auto, è un altro degli oggetti che viene spesso e volentieri toccato con le mani sporche o lasciato in giro ad accumulare polvere. Quello della tv poi, spesso e volentieri viene tenuto accanto al piatto durante la cena beccandosi schizzi di sugo, olio e bevande. Inutile dire che tale sporcizia è terreno fertile per batteri pericolosi, andrebbero puliti con un panno imbevuto di alcool almeno ogni due giorni.

711

Cellulare

Lo smartphone ed il tablet guadagnano un posto d'onore accanto al telecomando. Lo schermo viene toccato decine di volte al giorno e, qualunque cosa stessimo facendo prima di toccare il cellulare, difficilmente ci preoccupiamo di lavare le mani ad ogni utilizzo. Oltretutto oltre che alle mani, il cellulare è spesso vicino al viso venendo a contatto con sudore e scorie della pelle. È di sicuro uno degli oggetti più sporchi in assoluto.

811

Frullatore

Nel rapporto del 2013 dell'organizzazione per la salute e la sicurezza dei prodotti di consumo, il frullatore guadagna il terzo posto degli elettrodomestici più sporchi, e di conseguenza pericolosi, presenti in casa. Pare che per quanto venga pulito di frequente, la vite che mantiene la lama tende a trattenere residui di cibo che vi restano incastrati. Ovviamente, quei pezzetti di cibo saranno a contatto con i detergenti, andranno a male, e potrebbero riversarsi nelle pietanze che frulleremo successivamente. È necessario, pertanto, che il frullatore venga smontato e pulito in ogni sua parte dopo ogni utilizzo.

911

Trucchi

I trucchi sono i migliori amici delle donne ma, insieme ai pennelli per l'applicazione, rischiano di diventarne i nemici procurando infezioni. Gli applicatori vanno lavati con sapone neutro dopo ogni utilizzo se vogliamo evitare che attirino polvere e sporcizia che si attacca ai residui di trucco. Dovremmo anche evitare di applicare ombretti direttamente con le dita o il rossetto direttamente passandolo sulle labbra. Il contatto con la pelle favorisce inevitabilmente il formarsi di batteri che passeremo sul nostro viso insieme al prodotto. I pennelli, dunque, vanno utilizzati sempre e poi puliti immediatamente. Il mascara e tutti gli altri prodotti che non possono essere applicati se non direttamente, vanno sostituiti ogni sei mesi almeno.

1011

Spazzolino da denti

Lo spazzolino da denti fa parte di quella serie di oggetti che, seppur utilizzati per l'igiene personale, rischiano di diventare tutt'altro che igienici. Il fatto stesso che sia spesso a contatto con la nostra bocca - normalmente ricca di batteri - e con i residui di cibo che restano fra i nostri denti, la dice lunga su quanti microrganismi possano accumularsi sulle setole. Ancor peggio se, dopo l'utilizzo, non viene asciugato e viene lasciato senza cappuccio, le muffe troveranno pane per i propri denti. Pare, addirittura, che se gli spazzolini sono tenuti in prossimità del wc possano essere raggiunti da schizzi di acqua provenienti dalla sciacquone.

1111

Sciacquone

Come dicevamo, gli schizzi di acqua provenienti dallo scarico del bagno possono arrivare a raggiungere lunghe distanze posandosi sulla superficie del bidet, sugli asciugamani, e sugli spazzolini da denti. Questo è il motivo principale che dovrebbe spingerci ad abbassare la tavoletta prima di tirare lo sciacquone.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Salute

Come togliere il tappo di cerume dalle orecchie

Prima o poi capita a tutti, all'improvviso di accorgersi di non sentire bene. Prima di ricorrere all'otorino e pensare che sei diventato sordo, prova a seguire la mia guida e risolvere in casa il problema che potrebbe essere causato da un tappo di cerume...
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per prevenire il cerume nelle orecchie

Oggi vi parleremo di un argomento che può sembrare banale ma che riguarda la maggior parte delle persone, ovvero come prevenire la formazione eccessiva di cerume nelle orecchie attraverso semplici rimedi naturali. Il cerume è una sostanza prodotta da...
Salute

Rimedi naturali per sciogliere il cerume nelle orecchie

Il cerume è una sostanza naturale prodotta dall'organismo per proteggere il timpano delle orecchie da batteri ed agenti esterni. Un accumulo importante, per un'eccessiva secrezione oppure un'errata pulizia con il bastoncino, comporta disturbi non indifferenti,...
Salute

Come riconoscere i sintomi causati dal tappo di cerume nelle orecchie

Nella guida di seguito sono riportati alcuni esempi di sintomi che si presentano quando vi è la presenza di un tappo di cerume all'interno dell'orecchio. Basta semplicemente riconoscere determinati sintomi per evitare di allarmarsi e scambiare gli stessi...
Rimedi Naturali

Come pulire le orecchie con l'olio minerale

Per garantire la salute delle nostre orecchie - e dell'udito - dovremmo sempre pulirle con regolarità. Questo organo delicato produce regolarmente del cerume. Il cerume è una sostanza cerosa con specifiche funzioni. Tra le più importanti vi è quella...
Salute

Come liberare le orecchie otturate

Liberare le orecchie otturate è molto facile, e l'operazione non richiede necessariamente l'intervento di un otorino. Le orecchie otturate oltre che arrecare uno stato di nervosismo, possono anche causare dei problemi più o meno gravi. In commercio...
Salute

Come rimediare all'acqua entrata Nell'Orecchio

Vi sarà sicuramente capitato, soprattuto in estate, dopo una nuotata, che l'acqua sia entrata nell'orecchio, procurando non poco fastidio. Questo è un fenomeno che se verifica a seguito della diluizione del cerume ed il suo successivo deposito proprio...
Salute

Rimedi contro il mal d'orecchio

Quando si ha male all'orecchio il problema può provenire da diverse fonti come ad esempio un mal di denti o un raffreddore, ma tra le cause ci possono essere anche l'influenza ma non è detto che sia semplicemente un mal d'orecchio. Le motivazioni stanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.